OpenstarTs >
Ricerca >
Tesi di dottorato >
Scienze mediche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/2664

Title: I rischi della procreazione medicalmente assistita
Authors: Pozzobon, Cristina
Supervisor/Tutor: Ricci, Giuseppe
Ricci, Giuseppe
Issue Date: 17-Apr-2008
Publisher: Università degli studi di Trieste
Abstract: Introduzione Le procedure di procreazione medicalmente assistita (PMA) si sono diffuse in maniera amplissima negli ultimi anni. L’OMS ha stimato che circa il 10% delle coppie nell’esperienza mondiale si troverà ad affrontare un “problema” di infertilità. Mentre oggetto di numerosi studi sono state l’efficacia e le complicanze a breve termine delle tecniche di riproduzione assistita (ART), poco o nulla è noto relativamente ai rischi a medio e lungo termine per la donna sottoposta a terapie di stimolazione dell’ovulazione. Altrettanto poco noti sono gli effetti delle varie tecniche di riproduzione assistita sui nati. In Italia la legge prevede un registro nazionale delle strutture autorizzate all’applicazione delle tecniche di PMA, degli embrioni formati e dei nati a seguito dell’applicazione delle tecniche medesime, ma non fa riferimento al follow-up dei nati e delle coppie. Obiettivi dello studio I Obiettivo: mettere a punto ricerche di laboratorio e cliniche atte ad individuare fattori di rischio e fattori predittivi per i rischi della PMA. I I Obiettivo: elaborare un sistema di rilevamento e monitoraggio delle complicanze della PMA, da utilizzare nel nostro centro, e che potrebbe essere diffuso a livello regionale, ed eventualmente nazionale. Materiali e metodi I Obiettivo: ricerca di base svolta in collaborazione con S.C. Genetica Medica e S.C. Neuropsichiatria Infantile dell’ IRCCS Burlo Garofolo, Centro di Riproduzione Assistita dell’Universitá di lingua fiamminga di Bruxelles, Instituto Valenciano de Infertilidad di Barcellona. II Obiettivo: elaborazione di schede di monitoraggio Risultati I Obiettivo: - pubblicazione 1 articolo su Fertil Steril gennaio 2006 dal titolo: Incidence and prediction of ovarian hyperstimulation sindrome in gonadotropin-releasing hormone antagonist in vitro fertilization cycles. - messa a punto del progetto di ricerca sulla ricerca e quantificazione di sequenze mitocondriali paterne in amniociti di pazienti sottoposte a trattamento di fertilizzazione con ICSI e analisi dei dati ottenuti da 10 famiglie. - collaborazione al RCT sulla prevenzione della Sindrone da Iperstimolazione ovarica con chinagolina II Obiettivo: - messa a punto 2 schede per il monitoraggio delle gravidanze ottenute da tecniche PMA, testate all’interno del Centro PMA dell’IRCCS Burlo Garofolo e proposte a livello regionale - collaborazione con l’ISS per l’elaborazione di un Registro Nazionale PMA e la successiva raccolta dei dati
PhD cycle: XX Ciclo
PhD programme: MED.MAT.INFANT.PED.SVIL.EDUCAZ.PERINAT
Description: 2006/2007
Keywords: procreazione medicalmente assistita, rischi, sindrome da iperstimolazione ovarica, trasmissione DNA-mitocondriale, monitoraggio gravidanza, registro nazionale
Main language of document: it
Type: Tesi di dottorato
Doctoral Thesis
Scientific-educational field: MED/40 GINECOLOGIA E OSTETRICIA
NBN: urn:nbn:it:units-7323
Appears in Collections:Scienze mediche

Files in This Item:

File Description SizeFormat
TESI POZZOBON.pdfTESI925.13 kBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.