OpenstarTs >
EUT-Periodici >
Incontri di filologia classica >
07. Incontri triestini di filologia classica (2007-2008) >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/2830

Title: Per il testo e la esegesi di Aug. "civ." VI 5 (p. 254,16s. Dombart-Kalb)
Authors: Ravenna, Giovanni
Keywords: Agostino
Varrone
teologia
Cardauns
Augustine
Varro
Theology
Issue Date: 2008
Publisher: EUT - Edizioni Università di Trieste
Series/Report no.: Polymnia: Studi di filologia classica
10
Abstract: Il frammento 9 Cardauns dalle Antiquitates rerum divinarum di Varrone trasmesso da Agostino, stampato con la crux nelle più recenti edizioni di Dombart Kalb e Cardauns, tratta della teologia civile, nel quadro della teologia tripartita di Varrone. Gli elementi per la rimozione della crux e per un ulteriore lieve ritocco, che presuppone una proposta di integrazione dovuta al Dombart, assolutamente sicura, sono ricavati da un confronto serrato con Aug. civ. IV 22. Tale capitolo considera due prospettive complementari nel confronto con il dio vero e unico: la conoscenza delle attribuzioni di ciascun dio pagano e la pratica dei riti da destinare a ciascuno di essi. Sulla base della presenza della stessa tematica in VI 5, il relatore ha proposto una soluzione che, oltre a restaurare il testo con una nuova esegesi, conferma il carattere polemico del riuso agostiniano della teologia varroniana, il giudizio sulla sua inservibilità per i seguaci del dio vero e un caso abbastanza emblematico del confronto tra due visioni teologiche inconciliabili. Poiché Agostino mostra di citare testualmente Varrone, pare risolta la difficoltà testuale riscontrata da Cardauns nel commento ad locum del frammento varroniano.
The fragment 9 Cardauns of Varro's Antiquitates rerum diuinarum quoted by St. Augustinus, edited with crux in the most recently editions by Dombart-Kalb and Cardauns, deals with civil theology, within the subject of tripartite theology of Varro. The elements for a removal of crux and for a further small repair of the passage are deduced from Aug. ciu. IV 22. This chapter considers two complementary prospectives, comparing them with the only true God: these are the knowledge of each pagan god's attributes and the practice of the rites consacreted to them. The scholar, basing on the presence of the same subject in VI 5, suggests a solution which restores the passage with a new interpretation and confirms the polemic feature of the augustinian reuse of Varro's theology.
Description: pp. 117-129
URI: http://hdl.handle.net/10077/2830
ISBN: 9788883032356
Appears in Collections:07. Incontri triestini di filologia classica (2007-2008)

Files in This Item:

File Description SizeFormat
RAVENNA.pdf150.37 kBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.