OpenstarTs >
EUT-Libri >
Monografie >
Linguaggio, ragione, interazione: per una pragmatica degli atti linguistici >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/3390

Title: Linguaggio ragione interazione. Per una pragmatica degli atti linguistici
Authors: Sbisà, Marina
Keywords: Atti linguistici
Pragmatica
Illocuzione
John L. Austin
Speech acts
Pragmatics
Illocution
Issue Date: 2009
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Citation: Marina Sbisà, Linguaggio ragione interazione. Per una pragmatica degli atti linguistici. Trieste, EUT, 2009. Prima edizione a stampa: Bologna, Il Mulino, 1989
Abstract: Il volume propone un approccio alla teoria degli atti linguistici che si richiama alle intuizioni originarie di Austin e prende distanza dai principali autori successivi, come Searle o Bach e Harnish. Sottolinea la natura di azioni che gli atti linguistici possiedono e le potenzialità che il loro studio può manifestare nell’analisi di discorsi e conversazioni. L’illocuzione viene definita come produzione di un effetto sugli aspetti modali-deontici di una relazione interpersonale e si sostiene che tale effetto è ottenuto grazie allo stabilirsi di un accordo intersoggettivo fra i partecipanti. I tipi illocutori (derivati dalla classificazione di Austin) vengono applicati a esempi tratti da testi o conversazioni ordinarie, e per trattare le sequenze di atti linguistici si propone una metodologia ispirata alla semiotica narrativa. L’importanza usualmente data al ruolo del soggetto viene trattata nei termini dell’indispensabilità del suo riconoscimento.
The approach to speech act theory proposed by this volume relies on J.L. Austin’s original insights and distances itself from the subsequent contributions due to Searle or Bach and Harnish. It emphasizes that speech acts are actions and attempts to show that their study can be of use in the analysis of texts and conversations. Illocution is defined as the production of an effect on the deontic-modal aspects of an interpersonal relation, to be achieved thanks to the participants’ intersubjective agreement. Illocutionary types (derived from Austin’s classification) are applied to examples from ordinary texts and conversations. In order to deal with speech act sequences, a methodology inspired by narrative semiotics is proposed. The central role that is usually granted to the speaking and acting subject is reconsidered in the light of the indispensability of its intersubjective recognition
URI: http://hdl.handle.net/10077/3390
ISBN: -
eISBN: 978-88-8303-414-5
Appears in Collections:Linguaggio, ragione, interazione: per una pragmatica degli atti linguistici

Files in This Item:

File Description SizeFormat
sbisa.ePubePub910.51 kBEpubView/Open
Sbisà_linguaggio_ragione_interazione.pdf1.4 MBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.