OpenstarTs >
EUT-Periodici >
Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica >
Tigor. Rivista di scienze della comunicazione. A. I (2009), n. 2 (luglio-dicembre) >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/3410

Title: Emergenza comunicazione per gli italiani nel mondo
Authors: Capuzzo, Laura
Keywords: comunicazione
informazione
emigrazione
italiani all'estero
giornalisti
università
editoria
media
giovani
Issue Date: 12-Jan-2010
Series/Report no.: Tigor: rivista di scienze della comunicazione A.I (2009) n.2 (luglio-dicembre)
Abstract: Sono varie centinaia le testate italiane all’estero. Sparse in tutti i continenti. Perlopiù si tratta di giornali, sorti per rispondere al bisogno degli emigranti di mantener vivo un legame con il Paese d’origine. Ma non mancano le radio, le tv e, più recentemente, forme nuove di comunicazione realizzate attraverso Internet. I cambiamenti sociali ed economici intervenuti negli ultimi decenni e l’affermarsi, per quanto lento, di una nuova visione della presenza italiana nel mondo, considerata non più come un problema, ma come una risorsa per il “sistema Italia”, impongono nuovi compiti ai media italiani all’estero. In particolare, se vogliono sperimentare il futuro, essi devono riuscire a farsi interpreti di un’alternativa culturale e porsi come strumento di rilancio economico. Ne deriva, in questo momento, un’emergenza comunicazione per gli italiani nel mondo, che implica da un lato una rivisitazione della stampa di settore e un potenziamento delle radio e tv “etniche” e, dall’altro, una loro collaborazione per favorire la conoscenza, in Italia, dell’attività dei connazionali nel mondo. A supporto di questa nuova strategia della comunicazione, servono interventi mirati, che puntino, ad esempio, ad un forte impiego della tecnologia, all’avvio di flussi informativi “di ritorno”, in particolare a livello regionale, allo sviluppo dell’informazione di carattere economico e soprattutto al coinvolgimento delle nuove generazioni. Occorre formare i giovani operatori della comunicazione nell’ottica di un nuovo rapporto dell’Italia con i suoi connazionali all’estero e, per fare questo, grande responsabilità spetta alle Università e alle Scuole di giornalismo.
URI: http://hdl.handle.net/10077/3410
ISSN: 2035584X
Appears in Collections:Tigor. Rivista di scienze della comunicazione. A. I (2009), n. 2 (luglio-dicembre)

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Tigor_02_Capuzzo.pdf563.35 kBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.