OpenstarTs >
Ricerca >
Tesi di dottorato >
Scienze mediche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/3516

Title: Effetto antiapoptotico dell' IL-1ra nel miocardio ischemico & ruolo dell'endotelio linfatico nella ricircolazione leucocitaria
Authors: Falcione, Antonella
Supervisor/Tutor: Dobrina, Aldo
Co-supervisor: Vecile, Elena
Issue Date: 22-Apr-2010
Publisher: Università degli studi di Trieste
Abstract: Effetto Anti-Apoptotico Dell’ IL-1Ra Nel Miocardio Ischemico La morte cellulare dei cardiomiociti dovuta ad apoptosi rappresenta una caratteristica rilevante delle patologie del miocardio ischemico. Studi recenti hanno dimostrato che la citochina anti-infiammatoria IL-1Ra (Antagonista Recettoriale dell’Interleuchina -1) protegga i cardiomiciti dall’apoptosi indotta da ischemia. Per il gene dell’antagonista recettoriale fisiologico dell’IL-1 sono state descritte in letteratura quattro isoforme, generate da splicing alternativi: delle quali una secreta e tre con localizzazione citoplasmatica. In questo lavoro è stato analizzata la sintesi di sIL-1Ra e icIL-1Ra nei miocardiociti ischemici e investigato se l’ IL-1Ra potesse influenzare l’apoptosi indotta da ischemia mediante un meccanismo addizionale rispetto alla sua funzione anti-IL-1 a livello recettoriale. E’stato visto che i cardiomiociti producono attivamente sIL-1Ra and icIL-1Ra sia in espianti cardiaci di pazienti con patologie cardiache ischemiche che in una linea cellulare di miocardiociti murini sottoposta a condizioni di ipossia. E stato trovato che la icIL-1Ra lega ed inibisce la caspasi-9 attivata, mentre non è stata osservata questa inibizione nei cuori di topi KO per IL-1Ra (IL-1Ra-/-) o in cellule silenziate per IL-1Ra. E’ stato inoltre osservato un aumento di apoptosi in cellule silenziate per IL-1Ra. Infatti queste cellule non erano protette dall’attivazione delle caspasi e dall’apoptosi mentre lo knocking down del Recettore dell’IL-1 ha confermato la funzione anti-apoptotica, intracellulare e recettore-indipendente dell’IL-1Ra. Queste osservazioni pongono la icIL-1Ra come un importante meccanismo di protezione cellulare contro l’apoptosi indotta da ischemia e suggeriscono che questa citochina intracellulare giochi un importante ruolo nel remodeling cardiaco promuovendo la sopravvivenza dei cardiomiociti nelle regioni ischemiche. Ruolo Dell’Endotelio Linfatico Nella Ricircolazione Leucocitaria La presente ricerca ha come obiettivo quello di mettere in evidenza il ruolo dell'endotelio dei vasi linfatici nella cosiddetta ricircolazione dei leucociti e nell’entrata nel circolo linfatico di cellule tumorali maligne in fase di metastatizzazione. Più precisamente il nostro obiettivo è quello di identificare quali chemochine prodotte dalle cellule endoteliali linfatiche siano implicate nella migrazione cellulare. Dopo aver confermato l’espressione di alcune chemochine da parte dell’endotelio linfatico, in particolare della C10, si è individuata la possibilità di costruire grazie ad una tecnica di silenziamento genico, l’RNAi, modelli sperimentali in cui le cellule con attività chemiotattica nei confronti delle cellule endoteliali linfatiche siano deficitarie dei recettori per la chemochina C10. Si è osservato che nelle cellule trattate diminuisce l’espressione dei recettori, confermando l’efficacia della tecnica di silenziamento genico utilizzata. Si è anche valutata la capacità delle cellule trattate di migrare verso un gradiente chemiotattico prodotto dalle cellule endoteliali linfatiche, constatando che le cellule trattate, dunque deficitarie del recettore, mostrano una minore capacità migratoria nei confronti del terreno condizionato dalle cellule endoteliali linfatiche. Si è anche constatato che, in vivo, le cellule deficitarie per i recettori della C10 hanno minore capacità di infiltrare il tessuto linfatico. Questi risultati convalidano la tesi che la chemochina C10 sia implicata nel processo di migrazione. Gli esperimenti precedentemente descritti sono sempre stati condotti su cellule murine; fino ad ora infatti esiste solo la possibilità di ottenere colture endoteliali linfatiche murine. Per poter studiare tali fenomeni nell’uomo si sta cercando di isolare cellule endoteliali linfatiche umane. A tale scopo si è prodotto in cavia un anticorpo che fosse specifico per la podoplanina umana. La podoplanina è una mucoproteina di membrana espressa dall’endotelio linfatico e non da quello vascolare, quindi costituisce un valido marcatore per distinguere questi due tipi di endotelio.
PhD cycle: XXII Ciclo
PhD programme: PATOLOGIA SPERIMENTALE E CLINICA
Description: 2008/2009
Keywords: IL-1Ra
cardiomiopatie
apoptosi
chemochine
endotelio linfatico
Main language of document: it
Type: Tesi di dottorato
Doctoral Thesis
Scientific-educational field: MED/04 PATOLOGIA GENERALE
NBN: urn:nbn:it:units-8935
Appears in Collections:Scienze mediche

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Falcione_phd.pdf6.79 MBAdobe PDF(Non consultabile)
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.