OpenstarTs >
EUT-Periodici >
Incontri di filologia classica >
08. Incontri triestini di filologia classica (2008-2009) >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/3576

Title: Tradizioni epiche sulla sosta di Achille a Sciro e la nascita di Neottolemo
Authors: Marin, Tania
Issue Date: 2010
Publisher: EUT Edizioni Università Trieste
Citation: Tania Marin "Tradizioni epiche sulla sosta di Achille a Sciro e la nascita di Neottolemo", in: Incontri Triestini di Filologia Classica, 8 (2008/09), pp. 211-238
Series/Report no.: Incontri Triestini di Filologia Classica
8 (2008/09)
Abstract: Questo contributo indaga la presenza nel poema epico perduto ‘Cypria’ dell’episodio del travestimento in abiti femminili di Achille, nascosto a Sciro da Teti per evitare la morte in battaglia. Nonostante la sua assenza in Proclo e nei frammenti conservatisi del poema, vi sono elementi che inducono a ipotizzare non solo la permanenza a Sciro dell’eroe in giovane età ‘en parthenou schemati’, come narra lo ‘schol’. Hom. T 326(= Cypr. fr. 19 B.), ma anche il suo successivo approdo nell’isola a causa di una tempesta e il matrimonio con Deidamia, circostanze narrate dall’ ‘argumentum’ dei ‘Cypria’ ma attribuite dal fr. 4 D. anche all’ ‘Ilias parua’. È inoltre qui avanzata l’ipotesi dell’attribuzione del fr. 4 D. ai ‘Cypria’ ed è respinta invece l’assegnazione del poema del fr. 40 ‘dubium’ Bernabé. Questo contributo indaga la presenza nel poema epico perduto ‘Cypria’ dell’episodio del travestimento in abiti femminili di Achille, nascosto a Sciro da Teti per evitare la morte in battaglia. Nonostante la sua assenza in Proclo e nei frammenti conservatisi del poema, vi sono elementi che inducono a ipotizzare non solo la permanenza a Sciro dell’eroe in giovane età ‘en parthenou schemati’, come narra lo ‘schol’. Hom. T 326(= Cypr. fr. 19 B.), ma anche il suo successivo approdo nell’isola a causa di una tempesta e il matrimonio con Deidamia, circostanze narrate dall’ ‘argumentum’ dei ‘Cypria’ ma attribuite dal fr. 4 D. anche all’ ‘Ilias parua’. È inoltre qui avanzata l’ipotesi dell’attribuzione del fr. 4 D. ai ‘Cypria’ ed è respinta invece l’assegnazione del poema del fr. 40 ‘dubium’ Bernabé.
This paper investigates the episode of Achilles’ cross-dressing in the lost epic, ‘Cypria’. The hero’s mother, Thetis, hid him at Skyros in order to prevent him from joining the expedition to Troy and to forestall his premature death. In spite of the absence of any specific mention of this incident in Proclus and in other fragments of the poem, other elements lead me to hypothesize that Achilles lived at Skyros during his boyhood ‘en parthenou schemati’, as the schol. Hom. T 326 (= ‘Cypr.’ fr. 19 B.) relates. Likewise there is evidence of his landing on the island because of a storm and of his wedding with Deidamia. These events are both narrated in the ‘Cypria’’s ‘argumentum’ and attributed by fr. 4 D. also to Ilias parva. In addition, my paper suggests that the fr. 4 D. was included in the ‘Cypria’ while fr. 40 dubium B. was excluded.
URI: http://hdl.handle.net/10077/3576
ISSN: 1827-4854
Appears in Collections:08. Incontri triestini di filologia classica (2008-2009)

Files in This Item:

File Description SizeFormat
INCTS VIII_marin.pdf232.97 kBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.