OpenstarTs >
Ricerca >
Tesi di dottorato >
Scienze mediche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/3684

Title: Outcome a breve - medio termine di un campione di adolescenti con disturbi del comportamento alimentare (DCA): studio dei fattori prognostici della cormobilità psichiatrica delle caratteristiche di personalità, regolazione affettiva, organizzazione dell' identità e stile di attaccamento
Authors: Vesco, Serena
Supervisor/Tutor: Gandione, Marina
Gandione, Marina
Issue Date: 22-Mar-2010
Publisher: Università degli studi di Trieste
Abstract: Obiettivo: valutare attraverso uno studio prospettico l’outcome a breve-medio termine (follow up medio di 36 mesi) di un campione di adolescenti con Disturbi del Comportamento Alimentare e i fattori prognostici che vi incidono. Campione: costituito da 51 soggetti di sesso femminile, di età compresa tra i 13 e i 18 anni, che soddisfano i criteri diagnostici (DSM-IV-TR, APA, 2003) per AN oppure EDNOS, verificati tramite K-SADS, e selezionate tra i soggetti giunti al Centro Amenorree dell’AO OIRM-S.Anna di Torino. Strumenti: Morgan-Russell Outcome Assessment Schedule nella versione modificata da Jeammet (’91); Scale psicometriche self-report: Child Behavior Checklist/4-18 e YSR (Achenbach, 1991); Eating Disorders Inventory-2 (Garner, 1991); Temperament and Character Inventory (Cloninger, 1994); Scale clinician report: SWAP-200-A, AREQ, IDQ, Asse II checklist. Risultati: outcome “good” nel 63%, “intermediate” nel 31%, “poor” nel 6%. Sono risultati predittivi di outcome sfavorevole: lunga durata di malattia (p<0.001) e di amenorrea (p<0.05); comorbidità psichiatrica in Asse II, in particolare con DP di Cluster B; il sottotipo binge-purging in cui le pazienti sembrano presentare maggiori tratti antisociali, borderline e istrionici (Asse II e Fattori PD), che i fattori Q riconducono a uno stile antisociale-psicopatico (p=0.002) di onnipotenza e manipolazione egocentrica delle emozioni altrui, queste pazienti sembrano inoltre caratterizzate da una maggiore disregolazione emotiva (p=0.004) ed esteriorizzazione (p=0.005), con assorbimento di ruolo (p=0.029) e mancanza di impegno(p=0.005); problemi nelle relazioni sociali (alla CBCL: Social Problems con p<0.05); all’EDI-2: valori elevati di Insoddisfazione Corporea e Inadeguatezza (p<0.001), di Impulsività e Insicurezza Sociale (p<0.005); al TCI: alto Evitamento del Danno (p<0.05), bassa Autodirettività (p<0.001). Conclusioni: in età adolescenziale attraverso il focus sul sintomo somatico amenorrea è possibile attuare un intervento di prevenzione secondaria nei DCA in particolare caratterizzati da: breve durata di malattia; sottotipo restrittivo (sia per le forme tipiche che atipiche), che presenta maggiori tratti evitanti e di alto funzionamento (Asse II e Fattori PD) che i fattori Q ri-descrivono come uno stile inibito autocritico più forte; alta autodirettività, come fattore di resilienza; buona qualità delle relazioni interpersonali.
PhD cycle: XXII Ciclo
PhD programme: MEDICINA MATERNO-INFANTILE,PEDIATRIA D.SVILUPPO E DELL'EDUCAZIONE,PERINATOLOGIA
Description: 2008/2009
Keywords: adolescence
anorexia nervosa
outcome
personality
prognostic factors
Main language of document: it
Type: Tesi di dottorato
Doctoral Thesis
Scientific-educational field: MED/39 NEUROPSICHIATRIA INFANTILE
NBN: urn:nbn:it:units-8851
Appears in Collections:Scienze mediche

Files in This Item:

File Description SizeFormat
vesco_phd_ok.pdf2.05 MBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.