OpenstarTs >
EUT-Libri >
Collane >
Polymnia: Collana di Scienze dell'Antichità. Studi di Archeologia >
Polymnia. Studi di Archeologia n.01 >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/3938

Title: I culti isiaci nell’Italia settentrionale 1. Verona, Aquileia, Trieste
Authors: Fontana, Federica
Murgia, Emanuela
Keywords: Iside e Serapide
Tolomei
Flavi
Verona
Aquileia
Tergeste
Issue Date: 2010
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Citation: Federica Fontana, “I culti isiaci nell’Italia settentrionale 1. Verona, Aquileia, Trieste”, Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2010
Abstract: Un devoto della dea Iside, a Capua, nel III secolo offre alla sua protettrice una dedica che definisce con splendida sintesi il suo potere: Tu, una quae es omnia, dea Isis. La dea arrivata a Roma è già unica, onnipotente, myrionima con competenze infinite. Questa indagine documenta la presenza della dea e dei synnaoi theoi nelle città di Verona, Aquileia e Trieste e costituisce un primo contributo allo studio dell’introduzione e del consolidamento dei culti isiaci nell’Italia Settentrionale. Un problema ‘locale’ strettamente connesso alla storia alla politica alla cultura dentro cui si è diffuso il culto della dea, a Roma e nel mondo mediterraneo. L’attenzione è rivolta all’approfondimento delle ‘immagini’ della divinità, poliedrica nelle sue competenze e mutevole nelle forme in cui si presenta. La lettura iconografica di un ricco apparato di materiali ‘isiaci’ integra ed esemplifica le nozioni teoriche sulle raffigurazioni della dea myrionima e dei suoi paredroi.
URI: http://hdl.handle.net/10077/3938
ISBN: 9788883033131
Appears in Collections:Polymnia. Studi di Archeologia n.01

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Iside.pdf14.14 MBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.