OpenstarTs >
EUT-Libri >
Collane >
Polymnia: Collana di Scienze dell'Antichità. Studi di Filologia classica >
13. Il calamo della memoria. Riuso di testi e mestiere letterario nella tarda antichità. IV >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/4404

Title: Il 'corpus' pseudacroniano e la rinnovata fortuna dei metri di Orazio
Authors: Longobardi, Concetta
Issue Date: 2011
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Citation: Concetta Longobardi, "Il 'corpus' pseudacroniano e la rinnovata fortuna dei metri di Orazio", in Lucio Cristante e Simona Ravalico (a cura di): “Il calamo della memoria. Riuso di testi e mestiere letterario nella tarda antichità. IV”, Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2011, pp. 247-260.
Series/Report no.: Polymnia : studi di filologia classica
13
Abstract: Tra le più notevoli peculiarità del 'corpus' pseudacroniano vi sono le annotazioni a carattere metrico riportate in apertura del commento ad ogni lirica. Le affinità del Paris. Lat. 7900A (A), testimone fondamentale degli 'scholia vetustiora' su cui è basata l’edizione Keller, con l’antologia a carattere metrico del ms. Bern. 363 (B), mettono in luce il rinnovato interesse per i metri di Orazio che genera una nuova fortuna scolastica del poeta, cui diede forte impulso il contesto irlandese. È verosimilmente questo il motivo per cui in numerosi manoscritti il testo delle liriche oraziane compare corredato di neumi: essi erano posti sugli schemi metrici più difficili, per facilitarne l’apprendimento e l’esercizio metrico.
Among the most remarkable characteristics of the Pseudacronian corpus are the metric annotations at the beginning of the comment to every lyric. The affinities of the basic manuscript of Keller’s edition of the 'scholia vetustiora', Paris. Lat. 7900A (A), with the metric anthology held in the ms. Bern. 363 (B), highlight the renovated interest in the Horatian metres that gives to the poet a new scholastic success, under the influence of the Irish context. This is probably the reason why in a lot of manuscripts there are some neumes placed on the Horatian lyrics: they were put especially on the most difficult metrical schemes, for the learning and the metrical exercise.
URI: http://hdl.handle.net/10077/4404
ISBN: 978-88-8303-319-3
Appears in Collections:13. Il calamo della memoria. Riuso di testi e mestiere letterario nella tarda antichità. IV

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Longobardi_Calamo.pdf355.57 kBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.