OpenstarTs >
EUT-Libri >
Atti di convegni >

Melchiorre Cesarotti e le trasformazioni del paesaggio europeo : [12]

Collection home page

Logo
Acquista il testo a stampa

Scarica il testo completo / Download full text

SOMMARIO

John Dixon Hunt

Transformations in landscape circa 1800. Landscapes of the bard, of the promeneur solitaire, & of the pater familias

Fabio Finotti

Cesarotti: Illuminismo della ragione e Illuminismo della natura

Gianni Venturi

La ‘Selva di Giano’: Cesarotti e il ‘genius loci’

Antonella Pietrogrande

Un’interpretazione veneta del nuovo giardino europeo: Selvaggiano, il ritiro campestre di Cesarotti

Francesca Orestano

Melchiorre Cesarotti, tra Inghilterra e Italia: la traduzione infedele e l’invenzione del giardino

Francesca Favaro

Una terra di letteratura: il paesaggio veneto nei poemetti di Giuseppe Barbieri

Stefano Zaggia

«Isoletta sacra al commercio ed all’arti». Andrea Memmo, Melchiorre Cesarotti e il Prato della Valle come esperimento di riforma del paesaggio urbano

Luca Caburlotto

Un amico in visita al ‘Selvagiano’: Giovanni de Lazara (e un seguito con Giuseppe Barbieri)

Laura Sabrina Pelissetti

Il ruolo di Ercole Silva nella diffusione del giardino ‘all’inglese’ tra XVIII e XIX secolo

Appendice

Francesca Favaro

Sui poemetti di Giuseppe Barbieri: cenni introduttivi

Giuseppe Barbieri

«I colli Euganei», «Bassano», «Le Stagioni» a cura di Francesca Favaro

 
 
or browse 
Subscribe to this collection to receive daily e-mail notification of new additions
View Statistics