OpenstarTs >
Ricerca >
Tesi di dottorato >
Scienze economiche e statistiche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/4496

Title: Fair value disclosure, rischio di liquidità e rendimenti azioneri. Un'analisi empirica sulle imprese europee finanziarie e non finanziarie
Authors: Giannozzi, Alessandro
Supervisor/Tutor: Roggi, Oliviero
Issue Date: 12-Apr-2011
Publisher: Università degli studi di Trieste
Abstract: Gli anni 2007-2010 hanno visto il verificarsi di sconvolgimenti economici i quali hanno segnato profondamente i mercati finanziari globali, provocato il fallimento di numerosi istituti bancari, e diffuso tra gli investitori il timore di una depressione della portata analoga a quella del 1929. Tali eventi hanno dato inizio ad un acceso dibattito inerente la regulation dei mercati finanziari e del sistema bancario e gli interventi necessari a garantire la stabilità finanziaria. In tale contesto, alcuni studiosi hanno fortemente criticato la valutazione delle attività e delle passività secondo il principio del Fair Value. Il presente studio ha l’intento di indagare un particolare aspetto della Fair Value Accounting: la valutazione degli strumenti finanziari secondo il criterio del Fair Value e la loro separazione in tre differenti livelli di liquidità. I principi contabili internazionali, infatti, impongono di evidenziare separatamente gli assets e le passività valutate al fair value sulla base di tre metodologie: quoted market prices (mark to market), valuation techniques - market observable input, valuation techniques - non observable input. Tali metodologie considerano l’utilizzo di prezzi di mercato quotati su mercati con un alto numero di contrattazioni (cd. mark to market o livello 1), l’uso di transazioni simili e recenti o di strumenti finanziari analoghi quotati su mercati attivi (cd. livello 2) e, infine, il ricorso a modelli finanziari nei quali non si necessita di prezzi di mercato (cd. mark to model o livello 3). L’obiettivo specifico del presente lavoro è quello di verificare se il fair value informa gli investitori sul rischio di liquidità delle imprese europee finanziarie e non finanziarie e, di conseguenza, se le informazioni sul rischio di liquidità sono utili per gli investitori. Analizzeremo le reazioni degli investitori di fronte a N key-crisis events (liquidity contracting events e liquidity expanding events) avvenuti nel corso della recente crisi finanziaria con lo scopo di verificare se tali reazioni sono condizionate dai tre livelli di liquidity risk disclosure previsti dalla fair value accounting. Questo approccio consente di valutare la rilevanza che le risk information, insite nella fair value hierarchy, hanno sul valore di mercato delle imprese e fornisce indicazioni ai regulators circa l’utilità della fair value disclosure. L’analisi empirica è stata condotta su 313 imprese finanziarie e non finanziarie facenti parte dell’Indice Eurostoxx. Si è analizzata la reazione degli investitori, misurata attraverso i rendimenti azionari (Abnormal Return), in occasione di determinati eventi espansivi e restrittivi della liquidità a livello macroeconomico. La relazione tra gli Abnormal Return, quale variabile dipendente, e i tre livelli del fair value disclosure, quali variabili indipendenti, è stata indagata attraverso l’utilizzo di metodologie econometriche quali la regressione OLS, la regressione OLS con effetti fissi e, quale metodo di controllo, la regressione Partial Least Squares.
PhD cycle: XXIII Ciclo
PhD programme: SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN FINANZA
Description: 2009/2010
Keywords: Rischio di liquidità
Fair value accounting
Rendimenti azionari
Main language of document: it
Type: Tesi di dottorato
Doctoral Thesis
Scientific-educational field: SECS-P/09 FINANZA AZIENDALE
NBN: urn:nbn:it:units-9045
Appears in Collections:Scienze economiche e statistiche

Files in This Item:

File Description SizeFormat
giannozzi_phd.pdfTesi di dottorato corredata di esposizione riassuntiva5.11 MBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.