OpenstarTs >
Ricerca >
Tesi di dottorato >
Scienze politiche e sociali >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/7384

Title: Il concetto di controllo nel servizio sociale penitenziario. Un'analisi attraverso l'approccio etnografico del testo
Authors: Selmi, Cristina
Supervisor/Tutor: Cossutta, Marco
Gui, Luigi
Issue Date: 21-Mar-2012
Publisher: Università degli studi di Trieste
Abstract: o DISEGNO DELLA RICERCA • DEFINIZIONE DELL’OGGETTO D’INTERESSE: o Le scienze sociali fino ad un passato recente hanno manifestato scarso interesse nei confronti di uno studio sistematico e processuale del controllo sociale focalizzando l’attenzione su aspetti o momenti e non contribuendo a creare unitarietà di comprensione del processo Questo lavoro propone come piattaforma teorica per lo sviluppo successivo della fase metodologica:lo studio della relazione devianza-controllo sociale attraverso un escursus storico-sociologico,l’analisi dei suoi paradigmi interpretativi,una riflessione attraverso la teoria del servizio sociale, Si cerca attraverso la comparazione tra metodologie d’intervento dei servizi sociali in ambito penitenziario e le varie teorie della pena di ricondurre gli interventi pratici ( che il più delle volte sottendono la loro matrice ideologica) alle concezioni elaborate dalla dottrina. L’oggetto specifico di analisi è il concetto di controllo nell’ambito del servizio sociale con particolare riferimento al concetto di controllo nell’ambito dell’esecuzione penale esterna. PIATTAFORMA TEORICA Dai paradigmi interpretativi della devianza al concetto di controllo:Il paradigma utilitarista, Il paradigma positivistico, Paradigma sociale, il paradigma costruttivista, Il dibattito attuale. Il concetto di controllo nella letteratura scientifica di servizio sociale in Italia in particolare. INDIVIDUAZIONE DEGLI INTERROGATIVI SPECIFICI Quando parliamo di controllo nelle scienze sociali e nel servizio sociale in particolare di che cosa parliamo oggi? Analizzando il concetto e la funzione nell’ambito del servizio sociale (in prospettiva trifocale) che cosa oggi costituisce controllo per il servizio sociale? C’è stata un’evoluzione del concetto nel tempo? FORMULAZIONE DELLE IPOTESI Ricerca attraverso la letteratura , DEFINIZIONE DELL’INSIEME EMPIRICO DI RIFERIMENTO Testi : Giuffrida M.P., I Centri di Servizio Sociale dell’Amministrazione Penitenziaria, operatori e competenze nel contesto dell’esecuzione della pena, Laurus Robuffo,Roma,1999. Turrini Vita R.,Civiltà della pena, Riflessioni sull’esecuzione penale esterna in Italia, Ministero della Giustizia,D.A.P., Direzione Generale dell’Esecuzione penale Esterna, Net Italia, Roma, 2006. COSTRUZIONE DELLA BASE EMPIRICA Costruzione degli strumenti di rilevazione : Analisi etnografica comparativa di due testi specifici del settore penitenziario: Testi in uso agli operatori. Rilevazione diretta tramite testi specifici, rilevazione secondaria tramite leggi , circolari. ORGANIZZAZIONE DEI DATI Analisi etnografica del testo: il testo come territorio esplorativo, il testo come “fatto sociale”Processo attraverso il quale il testo descrive la realtà L’analisi etnografica del testo concentra la sua attenzione sulla costruzione e sull’organizzazione sociale dei documenti senza porsi il problema se essi siano accurati o meno, così come se siano veri o di parte. Ciò impone un passo al di fuori del materiale narrativo in quanto tale. L’attenzione è focalizzata su come i testi rappresentano gli elementi identificati nell’analisi teorica dei capitoli precedenti, come gli elementi identificati sono collegati tra loro o mutualmente dipendenti e se alla luce dell’impostazione teorica la lettura dei testi possa contribuire a comprendere se è possibile per l’operatore sociale cominciare o continuare ad interpretare il proprio ruolo in termini non solo esecutivi e routinari, ma si soggetto attento ai cambiamenti della realtà in cui agisce e disposto ad esplorare le possibilità di innovazione. Interrogativi specifici: Come sono scritti i testi e che cosa è registrato Chi legge i testi e a quale scopo sono letti i testi Rappresentazione del concetto di controllo all’interno del testo Fonte:Hammersley M., Atkinson P.,Ethnographic Principles in Practice, Tavistock, London (2^ed.1995)pp.142-3, in Silverman D., Manuale di ricerca sociale e qualitativa,ed.it.(a cura di) Gobo G. Roma, 2008, p.185. Interrogativi specifici: • Come sono scritti i testi e che cosa è registrato • Chi legge i testi e a quale scopo sono letti i testi • Rappresentazione del concetto di controllo all’interno del testo ESPOSIZIONE DEI RISULTATI – CONCLUSIONI - Il tentativo è stato quello di trovare spazi interpretativi che oltrepassino il concetto stesso e che possano guidare verso ulteriori possibilità definitorie Le varie dimensioni analizzate del controllo sociale appaiono tuttavia inadeguate ad analizzare la realtà del controllo attuale, data la complessità che caratterizza le società postindustriali, così come la società globalizzata Il problema della ridefinizione del controllo sociale, coinvolge anche la rivalutazione critica della categoria di devianza. Occorre ripartire dai concetti e dai loro contenuti. In questo senso, una possibilità ci può essere offerta dal Consiglio d’Europa che di recente con la Raccomandazione n. R(2010)1 , relativa alle regole in materia di Probation, ha elaborato un glossario dal quale estrapoliamo solo alcuni concetti, partendo da quello meno complesso: il concetto di controllo. Può essere importante ripartire da una dimensione di pensiero condivisa in ambito europeo, declinandola nella realtà italiana, ma agganciata ad un contesto comunitario.
PhD cycle: XXIII Ciclo
PhD programme: SCUOLA DI DOTTORATO DI RICERCA IN SCIENZE DELL'UOMO, DEL TERRITORIO E DELLA SOCIETA'
Description: 2010/2011
Keywords: CONTROLLO
DEVIANZA SOCIALE
AIUTO
TESTO
Main language of document: it
Type: Tesi di dottorato
Doctoral Thesis
Scientific-educational field: SPS/07 SOCIOLOGIA GENERALE
NBN: urn:nbn:it:units-9152
Appears in Collections:Scienze politiche e sociali

Files in This Item:

File Description SizeFormat
1 FRONTESPIZIO TESI.pdfFRONTESPIZIO TESI18.67 kBAdobe PDFView/Open
2 A MIO PADRE.pdfA MIO PADRE3.31 kBAdobe PDFView/Open
3 INDICE.pdfINDICE11.71 kBAdobe PDFView/Open
4 INTRODUZIONE.pdfINTRODUZIONE74.51 kBAdobe PDFView/Open
5 CAPITOLO I.pdfCAPITOLO 1109.19 kBAdobe PDFView/Open
6 CAPITOLO II.pdfCAPITOLO II464.29 kBAdobe PDFView/Open
7 CAPITOLO III.pdfCAPITOLO III97.96 kBAdobe PDFView/Open
8 CAPITOLO IV.pdfCAPITOLO IV80.33 kBAdobe PDFView/Open
9 CONCLUSIONI.pdfCONCLUSIONI96.33 kBAdobe PDFView/Open
10 BIBLIOGRAFIA.pdf40.1 kBAdobe PDFView/Open
11 DISEGNO DI RICERCA IN BREVE.pdfDISEGNO DI RICERCA IN BREVE48.67 kBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.