OpenstarTs >
EUT-Libri >
Collane >
Traduzione, società e cultura >
Traduzione, società e cultura - 01 >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/7660

Title: La traduzione poetica dall'inglese all'italiano: Quoth the raven: 'Nevermore'
Authors: Campanini, Silvia
Keywords: Traduzione poetica
Linguaggio poetico
Teoria della traduzione
Critica della traduzione
The Raven
Il metro e il ritmo in poesia
Nevermore
Issue Date: 1991
Publisher: Campanotto Editore Udine
Citation: Silvia Campanini, "La traduzione poetica dall'nglese all'italiano: Quoth the raven: 'Nevermore'", in :Traduzione, società e cultura, 1 (1991), pp. 1-85.
Series/Report no.: Traduzione, società e cultura
1 (1991)
Abstract: Il contributo analizza la specificità del linguaggio poetico rispetto ad altre varianti linguistiche dovuta alla manipolazione creativa del codice linguistico a fini estetici ad opera del poeta tramite l'impiego di strutture sintattiche particolari, metafore culturali, espressioni figurate, giochi di parole, neologismi ed espedienti fonoestetici quali allitterazioni e assonanze. D'altra parte, espedienti come la rima e la metrica non sono condizioni sufficienti perché un testo sia poetico in quanto è la struttura stessa di un testo poetico e il complesso intreccio dei livelli che la costituiscono a determinare l'unità del testo e conferire ad esso la caratteristica di rimanere a lungo impresso nella memoria del lettore. Strettamente collegate al problema dell'autonomia del traduttore sono infatti le questioni riguardanti l'unità di base della traduzione poetica e la qualità linguistica del testo di arrivo. Di conseguenza, in correlazione con la posizione più libertaria sull'autonomia del traduttore, esiste da una parte la tendenza a considerare come unità di base della traduzione la totalità del testo, tendenza esemplificata dal principio della "traduzione mimetica" del testo poetico. A tale approccio testuale alla traduzione di un testo poetico si contrappone la tendenza a considerare come unità di base della traduzione la parola, per cui la difficoltà della traduzione poetica risiede proprio nel cercare di rendere coerenti fra di loro parola, verso e totalità del testo. Due dei nuclei conflittuali del testo poetico vengono così ad essere da un lato la tensione tra parola in quanto unità di base del linguaggio e parola nel contesto del verso, e dall'altro quella tra parola come unità traduttiva minima e testo come unità traduttiva massima.
URI: http://hdl.handle.net/10077/7660
Appears in Collections:Traduzione, società e cultura - 01

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Copertina-190-TSC_1991-1.jpg12.66 kBJPEGThumbnail
View/Open
TSC_1991_1.pdf45.1 MBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.