OpenstarTs >
EUT-Libri >
Monografie >
Civiltà del mare e navigazioni interculturali: sponde d’Europa e l’ “isola” Trieste >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/8068

Title: Civiltà del mare e navigazioni interculturali: sponde d’Europa e l’ “isola” Trieste
Authors: Ferrini, Cinzia
Gefter Wondrich, Roberta
Quazzolo, Paolo
Zoppellari, Anna
Issue Date: 2012
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Citation: C. Ferrini, R. Gefter Wondrich, P. Quazzolo, A. Zoppellari (a cura di), "Civiltà del mare e navigazioni interculturali: sponde d’Europa e l’ “isola” Trieste", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2012
Abstract: Nel solco di una ricerca sulle culture del mare in ambito europeo ed extraeuropeo da diversi anni intrapresa a Trieste, questo volume raccoglie i risultati di un nuovo studio progettato e realizzato da alcuni membri del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste, con il contributo di colleghi degli Atenei di Bologna, Milano, Limoges e dello European College of Liberal Arts di Berlino. Le quattro sezioni in cui è strutturato il volume intendono rendere conto dell’intreccio di prospettive che sostanzia ogni riflessione critica sulle diverse forme di espressione delle culture del mare, in un dialogare di competenze e geografie culturali che tocca le sponde d’Europa: il Mare del Nord, la Manica, il Mediterraneo e l’Adriatico. Un “gioco” di sponde che raccorda l’idea di mare aperto, “stretto”, come il fiordo e la Manica, di mare chiuso, sia con le dinamiche storiche della portualità, sia con la presenza, ineludibile, dell’isola come unità del pensiero e del luogo, della forma e dello spazio, punto nodale che raccoglie in tensione le varie maglie di una rete più ampia. Si tratta, allora, di concepire il mare e lo spazio costiero come luogo delle tradizioni e delle contraddizioni, spazio che vive e si trasforma insieme all’identità delle genti che lo abitano. Civiltà del mare è impreziosito, a conclusione delle quattro sezioni, da un breve e intenso racconto inedito in Italia, Les yeux volés, di Mahi Binebine, che pubblichiamo per gentile concessione dell’autore.
URI: http://hdl.handle.net/10077/8068
ISBN: 978-88-8303-458-9
eISBN: 978-88-8303-474-9
Appears in Collections:Civiltà del mare e navigazioni interculturali: sponde d’Europa e l’ “isola” Trieste

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Mare2.pdf21.88 MBAdobe PDFView/Open
mare.ePub4.67 MBEpubView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.