OpenstarTs >
EUT-Libri >
Monografie >
Civiltà del mare e navigazioni interculturali: sponde d’Europa e l’ “isola” Trieste >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/8075

Title: «these heavy sands are language»: the beach as a cultural signifier from Dover Beach to On Chesil Beach
Authors: Gefter Wondrich, Roberta
Issue Date: 2012
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Citation: Roberta Gefter Wondrich, "«these heavy sands are language»: the beach as a cultural signifier from Dover Beach to On Chesil Beach", in: C. Ferrini, R. Gefter Wondrich, P. Quazzolo, A. Zoppellari (a cura di), "Civiltà del mare e navigazioni interculturali: sponde d’Europa e l’ “isola” Trieste", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2012, pp. 107-123
Abstract: Il saggio si concentra su alcune caratteristiche del topos della spiaggia come spazio geografico liminare, problematico e instabile, nel suo connotarsi come costrutto culturale nella riflessione estetica della letteratura inglese. Partendo da “Dover Beach” di Matthew Arnold, uno dei più celebri testi poetici Vittoriani, in cui la spiaggia e la costa sono lo scenario di una fantasia di conflitto, espressione di un’inquietudine sociale e di un’angoscia morale suscitate dalla paventata deriva di una civiltà, si analizza la complessità semantica della spiaggia come spazio ove si inscena una rottura del precario equilibrio tra individuo e il mondo cui appartiene, o la presa d’atto di un impossibile controllo sul reale in alcuni testi narrativi del tardo Ottocento – il racconto “The Beach of Falesá” di R. L Stevenson – e Modernisti – “Solid Objects” di Virginia Woolf, il terzo capitolo di Ulysses di Joyce, “Proteus”. Nella parte finale si considera la ripresa intertestuale del testo arnoldiano nel romanzo On Chesil Beach di Ian McEwan, che ripropone l’immagine della spiaggia come luogo simbolico della rivelazione della fragilità dell’identità e dello smarrimento dell’io.
URI: http://hdl.handle.net/10077/8075
ISBN: 978-88-8303-458-9
Appears in Collections:Civiltà del mare e navigazioni interculturali: sponde d’Europa e l’ “isola” Trieste

Files in This Item:

File Description SizeFormat
GefterWondrich_Civilta_del_mare.pdf181.59 kBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.