7 Il modello di relazioni industriali statunitense

Details

Il libro ricostruisce il funzionamento del modello di relazioni industriali statunitense. Muovendo dalle sue radici storiche ed economiche se ne individuano quattro caratteristiche fondamentali: pieno decentramento della contrattazione collettiva; elevata incisività ed efficacia del collective bargaining agreement conseguente al principio di rappresentanza esclusiva; intervento neutrale della pubblica amministrazione nella soluzione delle questioni di rappresentanza e condotte antisindacali; efficienza nel contenimento del conflitto industriale. Poiché la globalizzazione, la stagnazione economica ed il vertiginoso sviluppo tecnologico favoriscono la circolazione degli istituti giuridici tra ordinamenti, la ricerca esamina possibili fenomeni di convergenza tra modello italiano e statunitense di relazioni industriali. In particolare si valuta l’esperienza della contrattazione collettiva del Gruppo FCA nei due stati, individuando segnali di convergenza nell’accentramento della rappresentanza sindacale, nelle politiche salariali d’incentivo alla produttività e nelle modalità di regolamentazione del conflitto individuale e collettivo.

Andrea Zubin è avvocato del Foro di Trieste e Cultore della materia presso la cattedra di Diritto del lavoro dell’Università degli Studi di Trieste. Ha conseguito il Dottorato interateneo in Scienze Giuridiche presso le Università di Trieste e Udine