Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 5 of 13
  • Publication
    Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia, 164 (2018)
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2018)
      111  1072
  • Publication
      143  519
  • Publication
    Nota di chiusura
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2018)
    Sinapi, Luigi
      75  47
  • Publication
    Mareometria e GNSS
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2018)
    Sguerso, Domenico
    ;
    Betti, Barbara
    ;
    Demarte, Maurizio
    ;
    Federici, Bianca
    ;
    Pierozzi, Marco
    ;
    Sinapi, Luigi
    La conoscenza della Terra non può prescindere dall’impiego di un riferimento altimetrico connesso al campo di gravità, sia per le applicazioni scientifiche che tecniche. Tradizionalmente la quota associata a un generico punto è riferita al livello medio del mare e, in Italia, l'Ente competente per l'osservazione e il monitoraggio di tale livello è l'Istituto Idrografico della Marina (IIM; DPR 90/2010). Internazionalmente oggi si privilegia però la scelta di assumere come riferimento per le altezze il geoide globale, ossia quella particolare superficie equipotenziale del campo di gravità convenzionalmente scelta dalla International Association of Geodesy (IAG). In Italia è pertanto necessario un ammodernamento infrastrutturale e procedurale con integrazione dell’infrastruttura mareometrica con Stazioni Permanenti per il posizionamento GNSS. Sarà così possibile uniformare il Datum di Altezza nazionale a quello globale, quale riferimento tempo-variante delle quote ortometriche depurato da effetti geodinamici. Si attendono positive ricadute per la stima del geoide gravimetrico, così come per il controllo della linea di costa e lo studio delle correnti stazionarie, con un potenziale accrescimento della conoscenza del dato climatologico.
      225  188
  • Publication
    Cartografia e Crescita blu
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2018)
    Scanu, Giuseppe
    ;
    PODDA CINZIA
    Il lavoro prende in esame il tema delle rappresentazioni e del mare in un’ottica di interazione per la creazione di nuove forme di sviluppo, a partire dall’esigenza di definire geograficamente le relazioni terra-mare e azioni finalizzate alla creazione di occasioni di crescita economica. Si evidenzia il ruolo della cartografia nella ricerca scientifica, nella conoscenza, nella programmazione delle attività connesse con il mare, individuando nelle nuove politiche legate alla Crescita Blu altrettante possibilità di sperimentazione e di realizzazione cartografica.
      208  355