Transiti letterari e culturali. Volume I

CONTENTS / SOMMARIO

Sertoli Giuseppe, Miglietta Goffredo

Premessa

Orlando Francesco

The Native and the Outsider: Literature and Nationality

Sanguineti Edoardo

Il plurilinguismo nelle scritture novecentesche

Curtis Barrys

Loose Canons: Cultural Studies & Visual Culture


Forme di scambio e di ricezione in letteratura

Coordinatori: Giuseppe Sertoli e Loretta Innocenti

1. Gli itinerari della poesia


Salvaneschi Enrica, Dodero Maria Luisa

Il Tasso errante: itinerari comparati

Ferreccio Giuliana

Satana Eikonoklastes

Arato Franco

Pope italiano: le traduzioni settecentesche dell'Essay on Man

Giovannetti Paolo

Da "ballad" a "romanzo"

Thompson-Rizzo Patricia

Emily Dickinson: Modernism and Beyond

Panarello Maria

A.D. Hope/ Francesco Petrarca e Peter Porter/ Giacomo Leopardi: due istanze di riuso poetico


2. Romanzi, storie, nazioni


Pietropoli Cecilia

Le peregrinazioni di un mito: interpretazioni e riscritture tardo-medievali della vicenda di Tristano e Isotta

Loretelli Rosamaria

Questione di ridicolo: la ricezione del Don Chisciotte nell'Inghilterra sei-settecentesca

Cattaneo Arturo

Richardson tra le Lettres portugaises e le Liaisons dangereuses: la "messa in scena" della letteratura

De Angelis Palmira

La forma dell'ideologia: il romanzo storico dell'Ottocento

Martino Mario

Itinerari di esilio: Wilhelm Meister e The Old Curiosity Shop

Thompson Adrew

"A define outline for our ignorance": Italian Cultural Mediation in George Eliot's Daniel Deronda

Violi Alessandra

"The hybrid book": Swinburne, Balzac e il corpo di Passione

Calanchi Alessandra

In(di)visible Men, Fragmentation, mutilation, Disguise, and the Male Body from Edgar Allan Poe to Italo Calvino ... and More


3. Testi e scene


Mullini Roberta

"Modict seigneur le légar [...] a faict jouer des farces en françoys au grant appareil": John Heywood e la farsa francese alla corte di Henry VIII

Giovani Lucia

Pulcinella e il Fool di Shakespeare

Rizzoli Renato

La strategia del colpo di scena: dal dramma barocco continentale al teatro giacobino

Giulietti Margherita

Adamo nel teatro della Restaurazione: The State of Innocence di John Dryden

Abbate Badin Donatella

Itinerario di un tiranno: dal Macbeth tragico di Shakespeare al Macbett assurdo di Ionesco


Comparatistica e-studi culturali

Coordinatori: Goffredo Miglietta e Jane Wilkinson

1. Codici culturali a confronto


Reggiani Enrico

Tracce sonore nel codice poetico del Seicento inglese: "Musiks Empire" di Andrew Marvell

Colella Silvana

The pleasures of wealth. economia politica e letteratura nel primo Ottocento

Troisi Federica

Nietzsche e Shakespeare

Buonanno Giovanna

L'attrice vittoriana tra grande dame e new woman

Cavecchi Mariacristina, Vallorani Nicoletta

Lo Sguardo del Narratore: contaminazioni cinematografiche nel romanzo di fine '800 e inizio '900

Terzo Leonardo

Forme espressive della spettacolarità: il corpo nella pornografia, nella moda, nella danza, nello sport

Palazzolo Pietra

Thomas Harris' The Silence of the Lambs and Jonathan Demme's Film Adaptation: The Representation of Cannibalism in the Contemporary World


2. Visione e scrittura


Intonti Vittoria

In poësi pictura: la painterlike vision di Henry James

De Romanis Roberto

Le finestre di Henry James: A.L. Coburn e la New York Edition

Bigliazzi Silvia

Sculture d'onde: James Joyce e Virginia Woolf


3. Colonialismo e post-colonialismoElena


Ricci Elena

Paesaggi africani: dalla seduzione esotica al discorso colonialista

Comellini Carla

Colonialismo e post-colonialismo in The English Patient di Michael Ondaatje

Costantini Maria Concetta

La trilogia di Chinua Achebe: sviluppo di una mediazione culturale

Chiavetta Eleonora

The Igbo Religious World in Flora Nwapa's Fiction

Bassi Shaul

The Satanic Verses come romanzo di (de)formazione

De Chiara Martina

Vele, isole e tradimenti nella poesia di Derek Walcott

Manferlotti Stefano

Chimeran graft: il caso Ishiguro

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 5 of 41
  • Publication
    Chimeran graft: il caso Ishiguro
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2017-07-25)
    Manferlotti, Stefano
    Ishiguro, lascia al lettore il compito di stabilire, basandosi soprattutto su indizi, lacune e annotazioni non compiute, se e quando la responsabilità sia della storia o dell’individuo. Presente e futuro diventano riflesso speculare del passato o almeno la sua prevedibile proiezione: la memoria imperfetta che caratterizza i protagonisti di tutti i romanzi di Ishiguro, o i loro reiterati “mi sembra di ricordare”, “non ricordo a pieno”, “non so”, sono la riprova più netta di questo difetto di percezione e di ciò che esso produce a livello cognitivo e pragmatico
      290  490
  • Publication
    Vele, isole e tradimenti nella poesia di Derek Walcott
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2017-07-25)
    De Chiara, Martina
    Marina De Chiara riflette sui temi dello spaesamento e dello sradicamento linguistico culturale come lascito dell’esperienza coloniale attraverso la scrittura di Derek Walcott. Egli richiama sempre il tema dell’identità, dell’esilio, e della relazione con la lingua inglese dell’ex colonizzatore in quanto rivendica la libertà di muoversi tra tutti i linguaggi ereditati, conosciuti, amati, perché scegliere tra di essi significherebbe mutilare sé stesso.
      257  985
  • Publication
    The Satanic Verses come romanzo di (de)formazione
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2017-07-25)
    Bassi, Shaul
    L’incipit di “The Satanic Verses” di Salman Rushdie, si apre con una non-morte fantastica che si muta in rinascita e sembra fondere insieme il romanzo di formazione inglese e il modello del romanzo post-coloniale. A partire da questa ipotesi l’intervento legge la storia del personaggio Saladin Chamcha come se vi fosse iscritto un dialogo tra l’autore e tutta la tradizione del romanzo di formazione.
      376  542
  • Publication
    The Igbo Religious World in Flora Nwapa's Fiction
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2017-07-25)
    Chiavetta, Eleonora
    Il mondo fisico e spirituale non può essere separato e gli scrittori spesso descrivono le loro credenze religiose strettamente legate alla loro vita quotidiana. Lo scopo di Nwapa è di far conoscere al lettore le tradizioni del suo popolo, così da essere rivalutate e considerate di valore, per essere rispettate. Questo spiega perché i suoi romanzi sono definiti sociologici e sono così ricchi di dettagli.
      287  1689
  • Publication
    La trilogia di Chinua Achebe: sviluppo di una mediazione culturale
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2017-07-25)
    Costantini, Maria Concetta
    Dall’incontro di due sistemi culturali diversi, il romanzo africano si configura come un genere sincretico, la cui complessità strutturale e linguistica riflette la natura composita e le notevoli contraddizioni della società post-coloniale. Rappresentano questo processo evolutivo i romanzi di Chinua Achebe, i quali drammatizzano in forma di trilogia il passaggio storico dal colonialismo all’indipendenza nazionale, fornendo nel contempo un importante modello linguistico e narrativo per lo sviluppo della letteratura africana.
      309  1116