02 La tradizione manoscritta della Catomiomachia di Teodoro Prodromo. Testo, traduzione e apparato delle varianti in appendice

Details

La Catomiomachia, edita per la prima volta anonima da Aristobulo Apostoli per i tipi di Aldo Manuzio con il titolo di Galeomiomachia, probabilmente nel 1495 ca., è ad oggi una delle poche, tra le prime edizioni aldine ad essere stata studiata approfonditamente sotto il profilo filologico. Di essa si è infatti occupato Herbert Hunger nei prolegomena all’edizione critica della Catomiomachia pubblicata nel 1968. In questo libro viene presentata una revisione del lavoro di Hunger fondata su una nuova collazione dei testimoni e un nuovo esame delle varianti che approda ad una differente ricostruzione della tradizione. Lo studio è completato, in appendice, dall’edizione del testo greco fornito di un apparato delle varianti e da una traduzione italiana.

Luigi Ferreri vive e lavora a Parigi. Tra i suoi interessi di ricerca rientrano lo studio delle tradizioni manoscritte e quello delle fonti delle prime edizioni a stampa di testi greci. Questo duplice interesse si riflette nel presente libro. Nei Graeca Tergestina (Studi e testi di filologia greca) ha pubblicato Coppie e catene simposiali nella silloge teognidea.

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 1 of 1
  • Publication
    La tradizione manoscritta della Catomiomachia di Teodoro Prodromo. Testo, traduzione e apparato delle varianti in appendice
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2021)
    Ferreri, Luigi
    La Catomiomachia, edita per la prima volta anonima da Aristobulo Apostoli per i tipi di Aldo Manuzio con il titolo di Galeomiomachia, probabilmente nel 1495 ca., è ad oggi una delle poche, tra le prime edizioni aldine ad essere stata studiata approfonditamente sotto il profilo filologico. Di essa si è infatti occupato Herbert Hunger nei prolegomena all’edizione critica della Catomiomachia pubblicata nel 1968. In questo libro viene presentata una revisione del lavoro di Hunger fondata su una nuova collazione dei testimoni e un nuovo esame delle varianti che approda ad una differente ricostruzione della tradizione. Lo studio è completato, in appendice, dall’edizione del testo greco fornito di un apparato delle varianti e da una traduzione italiana.
      310  3872