Guida al Lascito Antonio Fonda Savio

Details

Questa pubblicazione è frutto dell’accordo tra l’Università di Trieste e l’Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale che prevede la catalogazione in rete, attraverso il Sistema Informativo Regionale del Patrimonio Culturale (SIRPAC), di vari settori del Sistema museale di Ateneo (smaTs) comprendente collezioni universitarie di carattere scientifico e storico-artistico, per permetterne la fruizione da parte di un vasto pubblico. Il presente volume si occupa del Lascito Antonio Fonda Savio, conservato presso il Dipartimento di Studi Umanistici e costituito, oltre che da un cospicuo fondo librario e da una sezione archivistico-documentaria, da più di cinquecento opere tra dipinti, disegni, stampe, carte geografiche, perlopiù riferiti all’Istria, terra d’origine del collezionista. Di queste opere, tutte già inventariate e catalogate, oltre un centinaio sono ora oggetto di digitalizzazione.

Laura Paris , (Trieste, 1985) è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste, dove ha conseguito la laurea magistrale in Storia dell’arte con una tesi in Museologia. Ha svolto di recente un tirocinio formativo presso il Dipartimento di pittura del Musée du Louvre di Parigi. Nelle sue pubblicazioni si è occupata prevalentemente dell’ambiente pittorico e collezionistico della Trieste di metà Ottocento e primo Novecento.

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 1 of 1
  • Publication
    Guida al Lascito Antonio Fonda Savio
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2015)
    Paris, Laura
    ;
    Zanni, Nicoletta
    ;
    Merluzzi, Franca
    ;
    Guagnini, Elvio
    ;
    Gemo, Giorgia
    Questa pubblicazione è frutto dell’accordo tra l’Università di Trieste e l’Istituto Regionale per il Patrimonio Culturale che prevede la catalogazione in rete, attraverso il Sistema Informativo Regionale del Patrimonio Culturale (SIRPAC), di vari settori del Sistema museale di Ateneo (smaTs) comprendente collezioni universitarie di carattere scientifico e storico-artistico, per permetterne la fruizione da parte di un vasto pubblico. Il presente volume si occupa del Lascito Antonio Fonda Savio, conservato presso il Dipartimento di Studi Umanistici e costituito, oltre che da un cospicuo fondo librario e da una sezione archivistico-documentaria, da più di cinquecento opere tra dipinti, disegni, stampe, carte geografiche, perlopiù riferiti all’Istria, terra d’origine del collezionista. Di queste opere, tutte già inventariate e catalogate, oltre un centinaio sono ora oggetto di digitalizzazione.
      1273  6109