Seminario 3: Interdisciplinarità. Caratteri della ricerca in progettazione architettonica.

Scarica il FullText

 

Details

Dopo i primi tre incontri tra i ricercatori in Progettazione Architettonica (area 08/D1), che si sono svolti a Milano nel 2022 (Seminario Zero. Tra teoria e prassi: la composizione architettonica nelle scuole di architettura italiane), a Napoli nel 2023 (Seminario Uno. Il progetto come ricerca. I metodi della composizione) e a Palermo nel 2023 (Seminario Due. La “scala” della ricerca in progettazione architettonica) il Seminario Tre. Interdisciplinarità. Caratteri della ricerca in progettazione architettonica, che si svolgerà a Trieste presso la Stazione Rogers il 10 e 11 maggio 2024, ha come obiettivo quello di provare a identificare tendenze, opportunità, necessità, interferenze o elementi di crisi che i ricercatori individuano nella loro attività in relazione all’annosa e contradittoria questione dell’interdisciplinarità sia come metodologia scientifica e approccio culturale generali che come modalità specifiche per affrontare la didattica e la ricerca. Il Seminario TRE intende chiedere ai ricercatori in Progettazione Architettonica di individuare la propria posizione di prossimità o distanza rispetto all’idea di interdisciplinarità, sostenendola, confutandola o proponendo posizioni alternative rispetto all’attualità e al futuro della ricerca e della didattica. Questa presa di posizione ha dei risvolti anche rispetto alla collocazione teorica, operativa e forse anche politica di ogni singolo ricercatore rispetto alla comunità complessiva del nostro macrosettore. Dopo i primi tre incontri tra i ricercatori in Progettazione Architettonica (area 08/D1), che si sono svolti a Milano nel 2022 (Seminario Zero. Tra teoria e prassi: la composizione architettonica nelle scuole di architettura italiane), a Napoli nel 2023 (Seminario Uno. Il progetto come ricerca. I metodi della composizione) e a Palermo nel 2023 (Seminario Due. La “scala” della ricerca in progettazione architettonica) il Seminario Tre. Interdisciplinarità. Caratteri della ricerca in progettazione architettonica, che si svolgerà a Trieste presso la Stazione Rogers il 10 e 11 maggio 2024, ha come obiettivo quello di provare a identificare tendenze, opportunità, necessità, interferenze o elementi di crisi che i ricercatori individuano nella loro attività in relazione all’annosa e contradittoria questione dell’interdisciplinarità sia come metodologia scientifica e approccio culturale generali che come modalità specifiche per affrontare la didattica e la ricerca. Il Seminario TRE intende chiedere ai ricercatori in Progettazione Architettonica di individuare la propria posizione di prossimità o distanza rispetto all’idea di interdisciplinarità, sostenendola, confutandola o proponendo posizioni alternative rispetto all’attualità e al futuro della ricerca e della didattica. Questa presa di posizione ha dei risvolti anche rispetto alla collocazione teorica, operativa e forse anche politica di ogni singolo ricercatore rispetto alla comunità complessiva del nostro macrosettore.

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 1 of 1
  • Publication
    INTERDISCIPLINARITÀ. CARATTERI DELLA RICERCA IN PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA
    (2024)
    VENUDO, ADRIANO
    ;
    Bisiani, Thomas
    ;
    Mei, Pasquale
    ;
    Guarrera, Fabio
    ;
    De Marco, Paolo
    Dopo i primi tre incontri tra i ricercatori in Progettazione Architettonica (area 08/D1), che si sono svolti a Milano nel 2022 (Seminario Zero. Tra teoria e prassi: la composizione architettonica nelle scuole di architettura italiane), a Napoli nel 2023 (Seminario Uno. Il progetto come ricerca. I metodi della composizione) e a Palermo nel 2023 (Seminario Due. La “scala” della ricerca in progettazione architettonica) il Seminario Tre. Interdisciplinarità. Caratteri della ricerca in progettazione architettonica, che si svolgerà a Trieste presso la Stazione Rogers il 10 e 11 maggio 2024, ha come obiettivo quello di provare a identificare tendenze, opportunità, necessità, interferenze o elementi di crisi che i ricercatori individuano nella loro attività in relazione all’annosa e contradittoria questione dell’interdisciplinarità sia come metodologia scientifica e approccio culturale generali che come modalità specifiche per affrontare la didattica e la ricerca. Il Seminario TRE intende chiedere ai ricercatori in Progettazione Architettonica di individuare la propria posizione di prossimità o distanza rispetto all’idea di interdisciplinarità, sostenendola, confutandola o proponendo posizioni alternative rispetto all’attualità e al futuro della ricerca e della didattica. Questa presa di posizione ha dei risvolti anche rispetto alla collocazione teorica, operativa e forse anche politica di ogni singolo ricercatore rispetto alla comunità complessiva del nostro macrosettore. Dopo i primi tre incontri tra i ricercatori in Progettazione Architettonica (area 08/D1), che si sono svolti a Milano nel 2022 (Seminario Zero. Tra teoria e prassi: la composizione architettonica nelle scuole di architettura italiane), a Napoli nel 2023 (Seminario Uno. Il progetto come ricerca. I metodi della composizione) e a Palermo nel 2023 (Seminario Due. La “scala” della ricerca in progettazione architettonica) il Seminario Tre. Interdisciplinarità. Caratteri della ricerca in progettazione architettonica, che si svolgerà a Trieste presso la Stazione Rogers il 10 e 11 maggio 2024, ha come obiettivo quello di provare a identificare tendenze, opportunità, necessità, interferenze o elementi di crisi che i ricercatori individuano nella loro attività in relazione all’annosa e contradittoria questione dell’interdisciplinarità sia come metodologia scientifica e approccio culturale generali che come modalità specifiche per affrontare la didattica e la ricerca. Il Seminario TRE intende chiedere ai ricercatori in Progettazione Architettonica di individuare la propria posizione di prossimità o distanza rispetto all’idea di interdisciplinarità, sostenendola, confutandola o proponendo posizioni alternative rispetto all’attualità e al futuro della ricerca e della didattica. Questa presa di posizione ha dei risvolti anche rispetto alla collocazione teorica, operativa e forse anche politica di ogni singolo ricercatore rispetto alla comunità complessiva del nostro macrosettore.
      65  1405