19. Forme di accesso al sapere in età tardoantica e altomedievale

Details

Polymnia. Collana di Scienze dell'Antichità. Studi di filologia classica. 19

Forme di accesso al sapere in età tardoantica e altomedievale

L’incontro di Trieste, dopo Salamanca (2009 e 2014), Milano (2010), Lisbona (2011) e Napoli (2013), rappresenta la sesta tappa del progetto Forme di accesso al sapere in età tardoantica e altomedievale, a cui partecipa un gruppo internazionale di specialisti del mondo tardoantico. I temi discussi vanno dalla glossografia alla tradizione dei classici e dei commenti medievali e preumanistici.

Curatori: Lucio Cristante, Vanni Veronesi

ISBN 978-88-8303-768-9

Browse

Recent Submissions

Now showing 1 - 5 of 14
  • Publication
    Indice dei manoscritti
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2016)
      305  197
  • Publication
    Sulle glosse di Giovanni Boccaccio a Culex 245 e 367
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2016)
    Floramo, Angelo
    ;
    Zorzetti, Nevio
    Vengono analizzate due glosse del commento originale del Boccaccio al Culex per mettere in luce la concreta influenza di Dionigi da San Sepolcro e Paolo da Perugia sulla formazione filologica del Boccaccio.
      475  455
  • Publication
    Talia in cattedra: usi didascalici dell’epigramma tardolatino
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2016)
    Mondin, Luca
    Dopo un breve rigoglio in epoca ellenistica, sul versante greco l’epigramma didascalico rimane un fatto piuttosto episodico e marginale, mentre in latino sembra essere addirittura assente fino alla tarda antichità. Nella letteratura tardolatina, al contrario, esso conosce una notevole fioritura e una vasta e differenziata produzione, di cui il presente studio mira a indagare sviluppi, varietà formale e repertorio tematico. Tra i testi trattati, i Carmina XII sapientum, gli Argumenta Vergiliana e molti carmi dell’Anthologia Latina, i Caesares e le Eclogae di Ausonio, i Versus di Isidoro di Siviglia e i numerosi carmina didascalici di Eugenio di Toledo.
      594  1101
  • Publication
    Modello lucreziano e superstitio nell’epistolario sidoniano
    (EUT Edizioni Università di Trieste, 2016)
    Squillante, Marisa
    L'accezione fortemente negativa che connota l'ambiguo termine superstitio adoperato da Sidonio Apollinare (epist. 8, 6) per disegnare il rito che i Sassoni compiono allorquando devono salpare non è riconducibile solo alla situazione storico-culturale in cui si muove il nostro, ma è la testimonianza di un riuso lucreziano rielaborato in maniera originale in una dimensione cristiana.
      362  361