Journal Lingua italiana e società

Comitato editoriale

Michele Cortelazzo è professore ordinario di Linguistica italiana nel Dipartimento di Studi linguistici e letterari e Direttore della Scuola Galileiana di Studi Superiori dell'Università di Padova. Accademico corrispondente dell'Accademia della Crusca e Presidente dell'Associazione per la storia della lingua italiana (ASLI), ha pubblicato quasi 200 contributi scientifici, i più importanti dei quali sono stati riuniti in tre raccolte: Lingue speciali. La dimensione verticale (Padova, Unipress, 1990), Italiano d'oggi (Padova, Esedra, 2000), I sentieri della lingua. Saggi sugli usi dell'italiano tra passato e presente (a cura di C. Di Benedetto, S. Ondelli, A. Pezzin, S. Tonellotto, V. Ujcich, M. Viale, Padova, Esedra, 2012). Il nucleo fondamentale delle sue ricerche riguarda l′italiano contemporaneo e le lingue speciali (linguaggio medico, linguaggio scientifico, linguaggio giuridico e istituzionale-politico). Si è anche occupato anche dei processi di italianizzazione, di storia della lessicografia, di insegnamento della lingua materna, della semplificazione del linguaggio amministrativo. Attualmente si occupa di similarità tra testi e di attribuzione d'autore, in particolare studiando le opere di Elena Ferrante.

Stefano Ondelli è professore associato di Linguistica italiana presso il Dipartimento di studi giuridici, del linguaggio, dell’interpretazione e della traduzione dell’Università di Trieste. Si è occupato di didattica dell’italiano per stranieri, di italiano giuridico, dell’italiano di traduttori e interpreti, dell’italiano dei giornali, della cucina e della moda, in particolare adottando gli strumenti di ricerca della linguistica dei corpora. Tra le pubblicazioni principali: La lingua del diritto: proposta di classificazione di una varietà dell’italiano, Roma, Aracne editrice, 2007; La sentenza penale tra azione e narrazione, Padova, CLEUP, 2012; Realizzazioni testuali ibride in contesto europeo. Lingue dell’UE e lingue nazionali a confronto, Trieste, EUT, 2013.

Fabio Romanini è professore associato di Linguistica italiana presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste. Si è occupato di volgarizzamenti dei classici latini, della lingua di manoscritti della Commedia dantesca, di stile e sintassi delle forme brevi di narrativa, della lingua di diari e resoconti quattro-cinquecenteschi di navigazione, di poesia novecentesca, per lo più con un taglio storico-linguistico e filologico. Tra le sue pubblicazioni: «Se fussero più ordinate, e meglio scritte...». Giovanni Battista Ramusio correttore ed editore delle Navigationi et Viaggi, Roma, Viella, 2007; I «Pelrinages communes», i «Pardouns de Acre» e la crisi del regno crociato. Storia e testi, Padova, Libreriauniversitaria.it, 2012 (con B. Saletti); Forme brevi della prosa letteraria, in Storia dell’italiano scritto, a cura di G. Antonelli, M. Motolese, L. Tomasin, 3 voll., Roma, Carocci, 2014, vol. 2. La prosa letteraria, pp. 203–254.

Roman Sosnowski (Adiunkt z dr hab. w jednostce Instytut Filologii Romańskiej) ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca presso la Facoltà di Filologia dell'Università Jagellonica di Cracovia. Attualmente lavora presso il Dipartimento di Lingue e Letterature Romanze dell'Università Jagellonica dove insegna grammatica storica della lingua italiana. Ha pubblicato alcuni articoli sulle lingue speciali moderne e antiche, e su vari aspetti della traduzione specialistica. È co-autore dei volumi L'italiano per tutti (Katowice 2001 e Cracovia 2005)  Komputer w pracy tlumacza (Cracovia 2004) e autore di Origini della lingua dell'economia in Italia. Dal XIII al XVI secolo, Milano, Franco Angeli, 2006.

Matteo Viale, è professore associato di Linguistica italiana  all'Università di Bologna. Le sue ricerche riguardano la storia della lingua italiana (con particolare riferimento all'italiano delle scienze e a quello dell'amministrazione), la grammatica italiana (dal punto di vista della descrizione del sistema e delle applicazioni didattiche), i problemi legati alla scrittura professionale e altri aspetti del nostro sistema linguistico. Accanto all'attività didattica universitaria, si occupa di educazione linguistica e formazione insegnanti. Inoltre si è interessato alla scrittura professionale, con consulenze per la pubblica amministrazione e numerose docenze in corsi di redazione testi e semplificazione del linguaggio amministrativo presso enti pubblici e privati. Tra le sue principali pubblicazioni Studi e ricerche sul linguaggio amministrativo, Padova, Cleup, 2008 e La diatesi passiva nella storia dell’italiano. Analisi di testi scientifici e narrativi tra Seicento e Ottocento, Padova, Cleup, 2010.

 

Editorial Board

Michele A. Cortelazzo (University of Padova), Stefano Ondelli (University of Trieste), Fabio Romanini (University of Trieste), Roman Sosnowski (University of Krakow), Matteo Viale (University of Bologna).