OpenstarTs >
EUT-Periodici >
Quaderni del dipartimento di lingue e letterature dei paesi del Mediterraneo >
Le due sponde del Mediterraneo : l'immagine riflessa >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/6809

Title: Letteratura slovena tra populismo e cosmopolitismo
Authors: Pirjevec, Maria
Keywords: gelehrte Poesie
epigono poeta Preseren
Ziga Zois
almanacco poetico-Pisanice
Issue Date: 1999
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Citation: Maria Pirjevec, "Letteratura slovena tra populismo e cosmopolitismo", in: "Le due sponde del Mediterraneo: l'immagine riflessa”, Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 1999, pp. 429-433
Series/Report no.: Quaderni del dipartimento di lingue e letterature dei paesi del Mediterraneo
2
Abstract: Maria Pirjevec sostiene che la letteratura slovena è caratterizzata da una forte bipolarità, dettata dal fatto che il popolo sloveno ha trovato una propria identità letteraria a partire dalla rivoluzione politica del 1848. Le due grandi correnti letterarie furono quella elitaria, barocco-classicistica e quella popolare-folkroristica. Negli ultimi anni del Settecento, il rappresentante della letteratura colta fu Anton Feliks Dev, mentre Valentin Vodunik fu il capostipite dell’attività letteraria popolare. Nella prima metà dell’Ottocento, la corrente populista accentuò il suo carattere moralistico-didattico e la sua intolleranza verso la letteratura d’élite, intanto il poeta France Preseren intrecciava nelle sue opere le due tendenze politiche nazionali.
URI: http://hdl.handle.net/10077/6809
Appears in Collections:Le due sponde del Mediterraneo : l'immagine riflessa

Files in This Item:

File Description SizeFormat
19_Maria_Pirjevec_Letteratura_Slovena.pdf1.54 MBAdobe PDFView/Open
View Statistics

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.