Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/10250
Title: L'obbedienza non è d'obbligo
Authors: Vinci, Anna Maria
Keywords: Trieste e le leggi razzialiPersecuzione antiebraica a Trieste
Issue Date: 2004
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Anna Maria Vinci, "L'obbedienza non è d'obbligo", in: "Studi in onore di Giovanni Miccoli", 2004, pp. 383-397
Series/Report no.: Collana del Dipartimento di Storia e Storia dell'Arte
3
Abstract: L'intervento di Luzzatto Fegiz ha il merito di lasciare intravedere da subito il groviglio interpretativo che accompagna l'emanazione delle leggi razziali: una quantità abnorme, com'è noto, di questioni e dubbi che le autorità locali con grande sollecitudine sollevano presso l'autorità centrale dei ministeri competenti e, come ultima istanza, presso il ministero degli Interni per ottenere soprattutto chiarezza e di certo anche per indurre il beneplacito dell' obbligo che poteva liberare (almeno in parte) l'esecutore delle disposizioni di legge da ogni responsabilità individuale. A ben vedere tutto il fervore dello scambio tra zelanti quesiti e circostanziate risposte è una trappola tanto micidiale quanto faticosamente congegnata, bisognosa di continui adattamenti: a tale riguardo, il dibattito che si apre nelle periferie svela i risvolti di un clima politico, all'interno del quale le sedimentazioni di antichi convincimenti giuridico-istituzionali intersecano nuove fedeltà, nient'affatto superficiali.
URI: http://hdl.handle.net/10077/10250
Appears in Collections:Studi in onore di Giovanni Miccoli

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
Vinci.pdf1.07 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

340
checked on Feb 20, 2018

Download(s)

499
checked on Feb 20, 2018

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.