Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/10595
DC FieldValueLanguage
dc.contributor.authorKrasna, Francesca-
dc.date.accessioned2014-12-16T09:34:55Z-
dc.date.available2014-12-16T09:34:55Z-
dc.date.issued2014-
dc.identifier.citationFrancesca Krasna, "Cartografia 2.0 per un turismo”innovativo”: lungo i sentieri della Slovenia tra natura, arte e storia: l’anello del Kojnik=Cartography 2.0 for an innovative tourism: along the Slovenian routes among nature, art and history: Kojnik’s ring", in: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia, 151 (2014), pp. 91-104it_IT
dc.identifier.issn0044-9733-
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/10077/10595-
dc.description.abstractScopo di questo contributo è mostrare come la cartografia prodotta tramite l’ausilio delle nuove tecnologie possa risultare utile per “confezionare” e rendere disponibile una proposta di turismo nella natura, capace di incontrare diverse forme di interesse e motivazione turistica. L’itinerario descritto, infatti, variamente combinato e articolato, ben si presta a soddisfare differenti tipi di esigenze e segmenti di domanda, che vanno dal semplice escursionismo giornaliero a pacchetti più elaborati. Questi ultimi si possono iscrivere sia nell’ambito di un’offerta turistica marcatamente orientata verso gusti naturalistici come anche essere pensati in funzione integrativa e complementare verso altre tipologie, che possono andare dal turismo urbano, a quello congressuale, a quello sportivo o culturale, ecc. Si vuole, inoltre, sottolineare l’importanza e il “valore aggiunto” di una cartografia prodotta attraverso mezzi innovativi di relativamente facile utilizzo per itinerari di questo tipo, situati in ambiti marginali (aree confinarie), in cui è molto difficile reperire informazioni e soprattutto dettagli di tipo cartografico che, invece, possono contribuire a promuovere una conoscenza e valorizzazione adeguata di molti territori rurali.it_IT
dc.description.abstractAim of this paper is to demonstrate that the new possibilities offered by digital cartography can be very useful in order to promote tourism with a special focus on the less known destinations. The Author presents a peculiar naturalistic but also cultural route in the nearest Slovenia, describing it by means of the traditional tourism approach integrated with the new digital tools. The result is the production of additional information, both cultural and practical, easily available for responsible tourists.it_IT
dc.language.isoitit_IT
dc.publisherEUT Edizioni Università di Trieste-
dc.relation.ispartofseriesBollettino dell'Associazione Italiana di Cartografiait_IT
dc.relation.ispartofseries151it_IT
dc.subjectGPSit_IT
dc.subjectCartografia partecipativait_IT
dc.subjectTurismo sostenibileit_IT
dc.subjectCartography 2.0it_IT
dc.subjectSustainable Tourismit_IT
dc.titleCartografia 2.0 per un turismo”innovativo”: lungo i sentieri della Slovenia tra natura, arte e storia: l’anello del Kojnikit_IT
dc.titleCartography 2.0 for an innovative tourism: along the Slovenian routes among nature, art and history: Kojnik’s ringit_IT
dc.typeBook Chapter-
dc.identifier.eissn2282-472X-
item.fulltextWith Fulltext-
item.grantfulltextopen-
item.openairecristypehttp://purl.org/coar/resource_type/c_3248-
item.cerifentitytypePublications-
item.languageiso639-1it-
item.openairetypebookPart-
Appears in Collections:Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 151
Files in This Item:
File Description SizeFormat
krasna.pdfkrasna file pdf6.27 MBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show simple item record


CORE Recommender

Page view(s) 20

1,114
checked on Jun 28, 2022

Download(s) 20

1,549
checked on Jun 28, 2022

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons