Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/10865
Title: L'ex Ospedale Militare
Authors: Ferrante, Pierpaolo
Keywords: Ospedale Militare di TriesteResidenze universitarieEclettismo in architetturaRecupero edifici storici
Issue Date: 17-Mar-2015
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Pierpaolo Ferrante, "L'ex Ospedale Militare", EUT Edizioni Università di Trieste, 2015
Abstract: 
Costruito nel volgere di pochi anni, dal 1863 al 1866, su progetto attribuito all’ing. Luigi Buzzi, l’imponente edificio dell’Ospedale Militare disponeva in origine di 600 posti letto. Realizzato assecondando l’eclettismo architettonico allora largamente diffuso, nelle sue facciate prevalgono gli stessi elementi stilistici e decorativi neogotici che si ritrovano in diversi edifici triestini coevi e che sono particolarmente evidenti nell’edificio anteriore, chiamato “Casa del Comandante”. Dopo essere stato al servizio della guarnigione austriaca, dell’esercito italiano e delle forze di occupazione che si sono succedute nel corso degli eventi bellici e del secondo dopoguerra, l’Ospedale Militare conosce la sua ultima stagione operativa tra il 1954 e il 1989, anno in cui viene definitivamente chiuso e incomincia una lunga fase di abbandono e deterioramento protrattasi sino all’avvio, nel 2006, dei lavori di recupero e ristrutturazione.
Il marziale edificio ospedaliero si è ora trasformato in una moderna e aperta struttura residenziale e funzionale destinata ad accogliere studenti, ricercatori e docenti provenienti dal resto d’Italia e del mondo.
Le difficoltà tecniche e ambientali superate e il radicale cambiamento della destinazione d’uso non hanno impedito che il recupero sia stato tecnologicamente innovativo (soprattutto in termini di funzionalità, sicurezza e accessibilità) e al contempo rispettoso della storia e della personalità architettonica dell’edificio.
Built in few years to a plan attributed to Luigi Buzzi, and completed by 1866, the imposing building of the Ospedale Militare originally contained 600 beds. Constructed in line with the architectural eclecticism that was widespread at the time, the facades display the same neo-Gothic stylistic and decorative features that are found in several Trieste buildings of that period and which are particularly evident at the front of the complex, in the building known as the “Casa del Comandante”.
After having served in succession the Austrian garrison, the Italian army and occupying forces during the course of various wartime events and following the Second World War, the Ospedale Militare continued to operate from 1954 to 1989. In that year the hospital closed definitively and was followed by a long period of abandon and deterioration until 2006 when renovation work began.
The military hospital building has now been converted into a modern and open residential structure designed to house students, researchers and teachers from all over Italy and abroad. The technical and environmental difficulties confronted and the radical change in use have not prevented the renovation work from being innovative (especially in terms of functionality, safety and accessibility) and at the same time sensitive to the historical and architectural character of the building.
Type: Presentation
URI: http://hdl.handle.net/10077/10865
Appears in Collections:L'ex Ospedale Militare

Files in This Item:
File Description SizeFormat
ex-OspedaleMilitare.pdfTesto completo34.87 MBAdobe PDFThumbnail
View/Open
ex_OspedaleMilitare_cover.jpgCopertina194.67 kBJPEGThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s) 10

1,397
checked on Feb 23, 2021

Download(s) 50

2,769
checked on Feb 23, 2021

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons