La città metropolitana di Trieste : [7] Collection home page

Scarica il FullText

INDICE

Introduzione

Ciuffarin Igor, Di Biagi Paola, Marcon Claudia, Marin Alessandra

Area metropolitana. Analisi degli aspetti urbanistico-territoriali

Danielis Romeo, Rotaris Lucia

Le funzioni della città metropolitana

Carrosio Giovanni, Cesa Marco, Osti Giorgio

La desiderabilità sociale della città metropolitana di Trieste

Giangaspero Paolo, Gambini Federico, Cozzi Alessia Ottavia, Faraguna Pietro

Città metropolitana: il quadro normativo statale e regionale

Carrosio Giovanni, Cesa Marco, Ciuffarin Igor, Cozzi Alessia Ottavia, Danielis Romeo,Di Biagi Paola, Faraguna Pietro, Gambini Federico, Giangaspero Paolo, Marcon Claudia, Marin Alessandra, Osti Giorgio, Rotaris Lucia

Conclusioni

Browse
Subscribe to this collection to receive daily e-mail notification of new additions RSS Feed RSS Feed RSS Feed

Verso la fine del 2012 la Regione Friuli Venezia Giulia ha conferito l’incarico all’Università degli Studi di Trieste di effettuare uno studio sull’ipotesi di “Città metropolitana di Trieste”. Il volume raccoglie i materiali predisposti da un gruppo di ricerca formato da studiosi appartenenti al Dipartimento di Ingegneria e Architettura, al Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche, al Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali e al Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, dell`Interpretazione e della Traduzione. Il tema è stato analizzato da quattro punti di vista: urbanistico-territoriale, economico-trasportistico, socio-politico e giuridico-legislativo. Lo studio si è concluso nel maggio 2014. Contiene ampie sezioni analitiche e un capitolo finale in cui sono commentate, dai diversi punti di vista, tre distinte ipotesi di dimensionamento della città metropolitana di Trieste: a) una equivalente all’attuale provincia di Trieste; b) una equivalente alle attuali province di Trieste e Gorizia; c) una equivalente all’area litoranea comprendente Monfalcone, Trieste e Capodistria.

Giovanni Carrosio è stato assegnista di ricerca presso l’Università di Trieste, dove si è occupato di sviluppo locale e questioni energetiche. Ha insegnato Sociologia dell’ambiente e del territorio nelle università di Padova, Venezia (IUAV) e Trieste. Attualmente è progettista della Strategia Nazionale Aree Interne (DPS – Presidenza del Consiglio), dove si occupa in particolar modo di relazioni tra aree interne e città metropolitane nella programmazione dei fondi comunitari e nazionali.

Marco Cesa si è laureato in Sociologia delle Reti Territoriali e Organizzative nel 2012. Durante gli studi, anche grazie a un tirocinio formativo in un’Università svedese, ha approfondito le tematiche della governance ambientale, della sostenibilità urbana e del problema casa per i migranti. Ha lavorato in Consiglio Regionale come addetto di segreteria, occupandosi di sanità e welfare, ed ha ricoperto il ruolo di tutor per il progetto FVG Labor, un laboratorio di innovazione sociale per la creazione di imprese giovanili. Nel 2014 ha concluso il corso post laurea in Tecniche di Progettazione per l’Europa e ora collabora alla creazione e gestione di un orto sociale a Trieste.

Igor Ciuffarin si è laureato nel 2011, iniziando un percorso di ricerca sulle condizioni e modalità di gestione della contrazione urbana nelle città industriali. Ha sviluppato l’interesse al tema del progetto urbano, oltre che attraverso l’attività di libero professionista, anche con tirocini e corsi di formazione presso istituzioni pubbliche e private e la collaborazione alla didattica presso i laboratori di urbanistica dell’Università di Trieste e IUAV di Venezia.

Alessia Ottavia Cozzi è dottore di ricerca in Diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Ferrara e svolge attività di ricerca presso l’Università degli Studi di Trieste. Si dedica ai temi della tutela dei diritti fondamentali a livello europeo e ad alcuni aspetti del diritto regionale e degli enti locali, da ultimo l’applicazione dei principi costituzionali in materia elettorale alla legislazione elettorale regionale.

Romeo Danileis è professore ordinario di Economia applicata presso l’Università degli Studi di Trieste. Insegna Economia dei trasporti e della logistica, Economia e politica industriale e Microeconomia applicata. Attualmente presiede la Società Italiana degli Economisti dei Trasporti e della Logistica (SIET) e dirige la Rivista di economia e politica dei trasporti.

Paola Di Biagi è professore ordinario di Urbanistica all’Università di Trieste. Si occupa dello studio e del progetto della città contemporanea, con particolare attenzione ai temi dell’edilizia sociale e dello spazio pubblico. Su questi argomenti ha scritto saggi e promosso ricerche, concorsi, mostre e convegni nazionali e internazionali. Tra le sue pubblicazioni: Urbanisti italiani, (cura con P. Gabellini), Laterza, Roma 1992; La grande ricostruzione. Il piano Ina-Casa e l’Italia degli anni cinquanta, Donzelli, Roma 2001; Città pubbliche. Linee guida per la riqualificazione urbana, (cura con LaboratorioCittàPubblica), Bruno Mondadori, Milano 2009.

Pietro Faraguna è assegnista di ricerca in Diritto costituzionale presso l’Università di Ferrara e collabora con la cattedra di Diritto costituzionale del Dipartimento IUSLIT presso l’Università di Trieste. Nel 2014/15 è stato Emile Noël Fellow alla New York University. I suoi principali interessi di ricerca riguardano i rapporti tra integrazione europea e identità costituzionale, il principio di eguaglianza e la legislazione elettorale.

Federico Gambini è dottore di ricerca in Giustizia costituzionale e tutela internazionale dei diritti fondamentali presso l’Università degli Studi di Pisa. Svolge attività didattica e di ricerca presso l’Università degli Studi di Trieste. Si dedica principalmente allo studio della giustizia costituzionale, della tutela dei diritti fondamentali a livello europeo e di alcuni aspetti del diritto regionale.

Paolo Giangaspero è professore ordinario di Diritto costituzionale nell’Università degli Studi di Trieste. Tra i suoi ambiti di ricerca i problemi costituzionali riguardante dell’organizzazione delle amministrazioni pubbliche e varie tematiche relative al Diritto regionale, tra le quali in particolare i problemi specifici del regionalismo speciale, in relazione ai quali ha svolto il ruolo di coordinatore scientifico di varie iniziative di ricerca. È componente del Consiglio direttivo della rivista “Le Regioni”.

Claudia Marcon si è laureata in Architettura nel 2007 e nel 2012 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Scienze Integrate per la Sostenibilità Territoriale. Nel 2007 fonda lo studio Stradivarie architetti associati (www.stradivarie.it) che si occupa di progettazione, spaziando dalla scala territoriale alla progettazione di dettaglio, trovando una naturale espressione professionale nel progetto urbano e di paesaggio, che diventa il laboratorio per sperimentare strategie e modalità di trasformazione della città contemporanea.

Alessandra Marin architetto, è PhD in Pianificazione territoriale e Sviluppo locale. Ricercatrice confermata in Progettazione Urbanistica presso il Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Trieste, coordina il Laboratorio di progettazione integrata della città, del territorio e del paesaggio e fa parte del Collegio docenti del Dottorato in Ingegneria e Architettura. Svolge attività di ricerca sull’urbanistica del Novecento, la rigenerazione urbana e la valorizzazione dei patrimoni territoriali.

Giorgio Osti è professore di Sociologia dell’ambiente e del territorio all’Università di Trieste. Ha inoltre insegnato nelle Università di Venezia (Ca’ Foscari) e di Trento. Si è occupato di ambiente e sviluppo locale; nel primo campo con ricerche su rifiuti, parchi naturali e energie rinnovabili, nel secondo con analisi sulle connessioni fra aree forti e aree fragili. Ha pubblicato, per i tipi di Il mulino, Sociologia del territorio (2010).

Lucia Rotaris è professore associato in Economia applicata presso l’Università degli Studi di Trieste, dove insegna Economia dei trasporti e della logistica, Industrial Organization e Microeconomics; si occupa di analisi della domanda dei servizi logistici e di trasporto (merci e passeggeri) e della valutazione di politiche dei trasporti.