Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/11761
Title: Le coperture verdi
Authors: Berto, Raul
Rosato, Paolo
Keywords: verde pensilesuperficie vegetale
Issue Date: 2015
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Raul Berto, Paolo Rosato, "Le coperture verdi", in: Raul Berto, Giovanni Cechet, Paolo Rosato, Carlo Antonio Stival, Edino Valcovich, "Le coperture verdi. Implicazioni tecnologiche, strutturali, energetiche ed economico-sociali", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2015, pp. 9-22.
Abstract: La tecnologia nota come “verde pensile” fa riferimento ad una superficie vegetale continua che non presenta, per posizione, giacitura o modalità di realizzazione, continuità fisica, geometrica ed ecologica con il suolo naturale inverdito. Infatti, la sua principale applicazione si concretizza nell’involucro di edifici o volumi architettonici o tecnici fuori terra, oppure ancora interrati in tutto o in parte, ed assolve a svariate funzioni riferibili agli ambiti architettonico, energetico, della salvaguardia ambientale e della sostenibilità sociale. Il contenuto tecnologico delle coperture verdi risulta perciò arricchito – almeno in parte – dai benefici usualmente associati al suolo naturale vegetato, pur evidenziandone la differente composizione ed un conseguente diverso comportamento . Le diverse tecnologie afferenti al “verde pensile”, applicabili all’intero involucro edilizio, si differenziano dalle altre tipologie di involucro in quanto le finiture sono costituite da individui appartenenti a specifiche specie vegetali – e non da materiali inerti ‘tradizionali’.
URI: http://hdl.handle.net/10077/11761
ISBN: 978-88-8303-700-9
Appears in Collections:Le coperture verdi. Implicazioni tecnologiche, strutturali, energetiche ed economico-sociali

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
capitolo1_coperture_verdi.pdf8.13 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

294
checked on Oct 18, 2018

Download(s)

1,019
checked on Oct 18, 2018

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons