Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/11986
Title: TESTIMONIANZE CARTOGRAFICHE SULLA DIVERSA ORIGINE DEGLI ABITANTI: IL CASO DEI “VILLAGGI DOPPI” UBICATI A SUD DEL CONFINE DELLA VALACCHIA NEI MONTI FA˘ GA˘ RAS¸ -IEZER (ROMANIA)
CARTOGRAPHIC EVIDENCES ABOUT THE SETTLERS’ DIFFERENT ORIGIN: THE CASE OF “DOUBLED VILLAGES” LOCATED TO THE SOUTH OF VALLACHIAN BORDER IN THE FA˘ GA˘ RAS¸ -IEZER MOUNTAINS (ROMANIA)
Authors: Osaci Costache, Gabriela
Issue Date: 2010
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Gabriela Osaci Costache, "TESTIMONIANZE CARTOGRAFICHE SULLA DIVERSA ORIGINE DEGLI ABITANTI: IL CASO DEI “VILLAGGI DOPPI” UBICATI A SUD DEL CONFINE DELLA VALACCHIA NEI MONTI FA˘ GA˘ RAS¸ -IEZER (ROMANIA) = CARTOGRAPHIC EVIDENCES ABOUT THE SETTLERS’ DIFFERENT ORIGIN: THE CASE OF “DOUBLED VILLAGES” LOCATED TO THE SOUTH OF VALLACHIAN BORDER IN THE FA˘ GA˘ RAS¸ -IEZER MOUNTAINS (ROMANIA)", in: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 139-140 (2010), Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2010, pp. 199-213
Series/Report no.: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia
139-140
Abstract: 
Il lavoro, svolto in ambiente GIS Open Source (Quantum GIS), si propone di evidenziare
il ruolo delle carte storiche per testimoniare e conoscere la storia del popolamento
(l’origine diversa degli abitanti, i flussi di popolazione ecc.). Nella parte settentrionale
della Valacchia si sono verificati sin dal Quattrocento fenomeni di “infiltrazione”
di abitanti romeni che vivevano al nord del confine con la Transilvania
(“ungureni”), nei periodi in cui questa provincia storica era annessa ad altre dominazioni.
A sud del confine, tali abitanti hanno fondato nuovi insediamenti nella cui
denominazione è stato aggiunto il termine “Ungureni”, mentre per i vecchi insediamenti
quello di “Pa˘mânteni” (autoctoni, abitanti della terra). Dal Settecento le carte
testimoniano tramite la toponomastica l’esistenza dei “villaggi doppi” o gemelli
(“Pa˘mânteni” – “Ungureni”), di cui molti hanno perso nel tempo il nome iniziale,
ricco di significato.

This paper is elaborated in the GIS Open Source environment (Quantum GIS), and
aims to demonstrate the position of historical maps as a witness, in order to gather
much information about the history of population (the settlers’ different origin,
population flows etc.). In the northern Vallachia, Romanian settlers living north to
the Transsylvanian border have been passing it since the 15th century, during the
period when this historical province was owned by other great powers. South to
the border, they have established new settlements to which the name of „Ungureni”
was added, while the older settlements were given the name of „Pa˘mânteni”
(natives, settlers of this ground). Since the 18th century, maps certify by the names
the existence of the doubled or twin villages („Pa˘mânteni” – „Ungureni”). Many of
them have lost in time the initial name, rich in significance.
Type: Article
URI: http://hdl.handle.net/10077/11986
ISSN: 2282-472X
Appears in Collections:Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 139-140

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Osaci Costachè.pdf4.76 MBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s) 50

416
checked on Jan 29, 2023

Download(s) 50

365
checked on Jan 29, 2023

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons