Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/12312
Title: L’UTILIZZO DELLA CARTOGRAFIA NELLA DIDATTICA DELLA GEOGRAFIA: LA RAPPRESENTAZIONE DELLE REGIONI ALLA SCALA NAZIONALE
TEACHING GEOGRAPHY USING CARTOGRAPHY: THE REGIONS REPRESENTATION AT ITALIAN NATIONAL SCALE
Authors: Mastronunzio, Marco
Martellozzo, Federico
Issue Date: 22-Mar-2016
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Marco Mastronunzio, Federico Martellozzo, "L’UTILIZZO DELLA CARTOGRAFIA NELLA DIDATTICA DELLA GEOGRAFIA: LA RAPPRESENTAZIONE DELLE REGIONI ALLA SCALA NAZIONALE", in: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 129-130-131 (2007), Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2007, pp. 317-331
Series/Report no.: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia
129-130-131
Abstract: 
L’insegnamento della geografia nella scuola secondaria di I e II grado copre ambiti disciplinari corrispondenti
ai diversi percorsi formativi. La cartografia non assurge mai a disciplina autonoma –
caso unico è l’Istituto agrario – e il suo utilizzo nella didattica della geografia risulta deficitario.
Le carenze maggiori sono da rilevarsi per i Licei. Per quasi tutti – con poche eccezioni – la terminologia
è inappropriata e assente il riferimento all’utilizzo di telerilevamento, aerofotogrammetria e
applicativi Gis.
Il contributo si propone di comparare – in un’ottica costruttiva – le principali carenze dell’utilizzo
dello strumento cartografico, le quali riguardano un ampio raggio di tematiche. L’analisi verte sui
testi che affrontano lo studio delle regioni italiane, senza tralasciare rimandi all’editoria parascolastica
– atlanti, produzione cartografica cartacea tradizionale – ed alle funzionalità offerte dagli
applicativi Gis e dal Web.

Teaching geography in the Italian secondary school of I and II level embrace sub-matter area according
to the several schools. Cartography is never an indipendent matter – with the exception of
the agrarian school – and his use in teaching geography appear frequently like a gap. The wide
deficiencies are about Liceo schools. For almost whole – with a few exception – the language is
inappropriate, like the link to using remote sensing, aerial photogrammetry and Gis tools. The main
aim of paper is to compare – in a constructive view – the basic gaps of using cartography in teaching
geography, analysing school texts, parascolastical publishing, Gis tools and the opportunities
descending by Web.
Type: Article
URI: http://hdl.handle.net/10077/12312
ISSN: 00449733
Appears in Collections:Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 129-130-131

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Mastronunzio_Martellozzo.pdf417.56 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s) 50

583
checked on Oct 27, 2020

Download(s)

1,539
checked on Oct 27, 2020

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons