Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/12312
Title: L’UTILIZZO DELLA CARTOGRAFIA NELLA DIDATTICA DELLA GEOGRAFIA: LA RAPPRESENTAZIONE DELLE REGIONI ALLA SCALA NAZIONALE
TEACHING GEOGRAPHY USING CARTOGRAPHY: THE REGIONS REPRESENTATION AT ITALIAN NATIONAL SCALE
Authors: Mastronunzio, Marco
Martellozzo, Federico
Issue Date: 22-Mar-2016
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Marco Mastronunzio, Federico Martellozzo, "L’UTILIZZO DELLA CARTOGRAFIA NELLA DIDATTICA DELLA GEOGRAFIA: LA RAPPRESENTAZIONE DELLE REGIONI ALLA SCALA NAZIONALE", in: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 129-130-131 (2007), Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2007, pp. 317-331
Series/Report no.: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia
129-130-131
Abstract: 
L’insegnamento della geografia nella scuola secondaria di I e II grado copre ambiti disciplinari corrispondenti
ai diversi percorsi formativi. La cartografia non assurge mai a disciplina autonoma –
caso unico è l’Istituto agrario – e il suo utilizzo nella didattica della geografia risulta deficitario.
Le carenze maggiori sono da rilevarsi per i Licei. Per quasi tutti – con poche eccezioni – la terminologia
è inappropriata e assente il riferimento all’utilizzo di telerilevamento, aerofotogrammetria e
applicativi Gis.
Il contributo si propone di comparare – in un’ottica costruttiva – le principali carenze dell’utilizzo
dello strumento cartografico, le quali riguardano un ampio raggio di tematiche. L’analisi verte sui
testi che affrontano lo studio delle regioni italiane, senza tralasciare rimandi all’editoria parascolastica
– atlanti, produzione cartografica cartacea tradizionale – ed alle funzionalità offerte dagli
applicativi Gis e dal Web.

Teaching geography in the Italian secondary school of I and II level embrace sub-matter area according
to the several schools. Cartography is never an indipendent matter – with the exception of
the agrarian school – and his use in teaching geography appear frequently like a gap. The wide
deficiencies are about Liceo schools. For almost whole – with a few exception – the language is
inappropriate, like the link to using remote sensing, aerial photogrammetry and Gis tools. The main
aim of paper is to compare – in a constructive view – the basic gaps of using cartography in teaching
geography, analysing school texts, parascolastical publishing, Gis tools and the opportunities
descending by Web.
URI: http://hdl.handle.net/10077/12312
ISSN: 00449733
Appears in Collections:Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 129-130-131

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Mastronunzio_Martellozzo.pdf417.56 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

521
checked on Jun 9, 2019

Download(s)

1,128
checked on Jun 9, 2019

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons