Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/12321
Title: «Abbiamo bisogno degli immigrati». Cittadinanze, discorsi utilitaristici e politiche migratorie dal basso medioevo ai giorni nostri
Authors: Zaugg, Roberto
Issue Date: 23-Mar-2016
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Roberto Zaugg, "«Abbiamo bisogno degli immigrati». Cittadinanze, discorsi utilitaristici e politiche migratorie dal basso medioevo ai giorni nostri", in: La cittadinanza molteplice. Ipotesi e comparazioni, Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2016, pp. 77-88
Series/Report no.: Biblioteca della società aperta. Studi e ricerche
01
Abstract: 
In anni recenti, l’idea che gli stati nazionali debbano scegliere attivamente le persone a cui

concedere accesso legale al proprio territorio e mercato di lavoro ha indotto i governi di vari

paesi europei ad adottare nuovi meccanismi selettivi basati su sistemi a punti. Ispirati a

modelli nordamericani, questi dispositivi sono stati implementati, o sono attualmente in

discussione, nel contesto di dibattiti di portata più generale; dibattiti che, a loro volta, sono

permeati da argomenti utilitaristici e caratterizzati da una contrapposizione discorsiva tra

migranti “utili”, portatori di livelli alti di capitale umano, e migranti poveri, percepiti come

“peso” economico. Immagini dicotomiche di questo tipo hanno una lunga tradizione in

Europa, com’è dimostrato da un ampio spettro di esempi storici, a partire dalle ordinanze

bassomedievali contro i “vagabondi”, per arrivare alle politiche mercantiliste volte ad attrarre

artigiani specializzati.Tuttavia, tali esempi mettono in luce che il presupposto centrale di

questo approccio – l’idea che attraverso un sistema di privilegi legali sia possibile giungere ad

una regolazione dei flussi migratori favorevole alla crescita economica – si è per lo più

rivelato illusorio, nella misura in cui non tiene conto dell’agency autonoma dei soggetti

migranti. Lungi dal rappresentare una soluzione, gli impianti giuridici che contemplano diritti

differenziati – variabili a seconda del supposto “valore” che determinati individui

incorporerebbero per la “nazione” – tendono a degradare i migranti al rango di “mezzi” e ad

innescare una progressiva erosione del concetto di uguaglianza.

In recent years, the idea that national states should actively chose the persons to whom they

confer legal access to their territories and labour markets has lead various European

governments to adopt new point-based selection systems, inspired by older North-American

models. These policies have been implemented – or are currently discussed – in the context of

broader contemporary debates on migration which are strongly informed by utilitarian

arguments and by a discursive contraposition of allegedly “useful” migrants, characterised by

high levels of human capital, to poor migrants, who tend to be seen as economically

“burdensome”. Such dichotomous images have a long tradition in Europe, as is shown by a

vast array of historical examples, stretching from late-medieval anti-vagrant laws to

mercantilist policies aiming at attracting skilled craftsmen. However, these examples equally

highlight that the central assumption of these policies – that is the belief that is possible to

obtain a growth-enhancing regulation of migratory flows through a system of legal privileges

– has mostly proven illusory, as it does not take into account the autonomous agency of

migrant actors. Finally, the essay argues that granting different rights to migrants according to

the perceived “usefulness” of the latter for the “nation” tends to degrade persons to means and

to fuel a gradual erosion of the concept of equality.
Type: Book Chapter
URI: http://hdl.handle.net/10077/12321
ISBN: 978-88-8303-656-9
eISBN: 978-88-8303-723-8
Appears in Collections:01. La cittadinanza molteplice. Ipotesi e comparazioni

Files in This Item:
File Description SizeFormat
zaugg.pdf94.72 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s) 50

804
checked on Sep 16, 2021

Download(s) 20

573
checked on Sep 16, 2021

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons