Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/12692
Title: Il bambino e il ‘gladiatore’. Una ricca sepoltura infantile nella Padova di media età imperiale
Authors: Rossi, Cecilia
Keywords: Padova/PataviumEtà romana/media età imperialeSepoltura infantileRitualità funerariaCorredoCoroplastica/statuetta fittileGladiatore/murmilloPadua/PataviumRoman age/Mid-Imperial ageInfant burialFunerary practiceGrave goodsCoroplastic art/clay figurineGladiator/murmillo
Issue Date: 2016
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Cecilia Rossi, "Il bambino e il ‘gladiatore’. Una ricca sepoltura infantile nella Padova di media età imperiale" in: "West&East, 1 (2016)", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2016, pp.64-95
Series/Report no.: West&East. Rivista della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici delle Università di Udine, Trieste, Venezia Ca’ Foscari
1 (2016)
Abstract: Il bambino e il ‘gladiatore’. Una ricca sepoltura infantile nella Padova di media età imperiale Il contributo ha per oggetto un’inumazione infantile databile alla seconda metà del II secolo d.C., scoperta a Padova nel 2012 nel settore della necropoli urbana meridionale afferente alla strada diretta a Bologna. La presentazione dei dati ha inizio con l’analisi tipo-cronologica dei manufatti. A seguire, si propone una ricostruzione del rituale di seppellimento partendo dai dati tafonomici, dallo scavo della fossa con manomissione di una tomba precedente, alla deposizione della cassa e dei materiali di accompagno. Un occhio di riguardo si riserva all’elemento più singolare del corredo: una statuetta fittile di gladiatore, unicum nel suo genere per tipologia, stato di conservazione e integrità del contesto di ritrovamento. Chiude il contributo una riflessione di carattere economico, suscitata dalla provenienza dei manufatti, con dati che gettano nuova luce sulla rete commerciale della civitas di media età imperiale.
This paper concerns an infant burial dated to the second half of the 2nd century AD, discovered in Padua in 2012, in the Southern cemetery of the ancient city, along the road to Bologna. The report starts with the chrono-typological analysis of the grave goods. Afterwards, a reconstruction of the burial practice is suggested, based on taphonomic data, from the excavation of the pit, with tampering of a previous grave, to the deposition of the wooden coffin and the artefacts. An in-depth analysis is focused on the most relevant element among the grave goods: a clay gladiator figurine, unicum as for the typology, the state of preservation and the integrity of the original context. Finally, the paper is closed by some economic considerations, deriving from the origin of the artefacts, with data that could shed new light on the commercial network and the role of Padua in the Mid-Imperial age.
URI: http://hdl.handle.net/10077/12692
eISSN: 2499-7331
DOI: 10.13137/2499-7331/12692
Appears in Collections:West & East I, 2016

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
W&E_01_2016_05_Rossi.pdf9 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

608
checked on Oct 20, 2018

Download(s)

491
checked on Oct 20, 2018

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons