Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/13012
Title: Dal Daily Mail a James Joyce, passando per Shakespeare: prime note sulle reminiscenze letterario/culturali all’origine dei testi delle canzoni dei Beatles
Authors: Ambrosi, Eugenio
Keywords: The BeatlesLennon&McCartneyAnalisi dei testiLetteratura britannica
Issue Date: 2016
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Eugenio Ambrosi, "Dal Daily Mail a James Joyce, passando per Shakespeare: prime note sulle reminiscenze letterario/culturali all’origine dei testi delle canzoni dei Beatles", in: "Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica - A. VIII (2016) n. 1", pp. 25-39
Series/Report no.: Tigor: rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica
A. VIII (2016) n. 1
Abstract: 
La carriera dei Beatles è costellata di canzoni indimenticabili:
da She loves you a Yesterday, da Michelle ad
Eleonor Rigby, da Paperback writer a All You Need
is Love, da I’m the walrus a Get Back, la cui musica è
da sempre oggetto di analisi e studio, decisamente meno
lo sono state le parole, versi che spesso hanno tratto
spunto dalle pagine del Times e dall’elenco del telefono,
dalle lapidi di un cimitero e dalle insegne di un negozio,
dal verbale di una multa o dalla cartella delle tasse.
Versi, e qui sta la novità di questo contributo, che hanno
trovato ispirazione, magari inconscia, in alcuni classici
poeti della letteratura britannica: William Wordsworth
e S. Taylor Coleridge, Lewis Carroll ed Edward Lear, James
Joice e William Shakespeare; così come in alcuni
maestri del pensiero filosofico, da Sartre a Lao Tzu.
L’articolo cerca così di approfondire proprio queste fonti di ispirazione più nobili e mette insieme i Beatles e William
Shakespeare, accosta Paul McCartney a William
Wordsworth e S. Taylor Coleridge, i padri del romanticismo
britannico, John Lennon a James Joyce ed Edward
Lear, geniali interpreti della lingua inglese, ma anche a
Timothy Leary, il guru dell’LSD; George Harrison a Jean
Paul Sartre, il teorico dell’esistenzialismo, e Lao Tzu, maestro
del pensiero orientale. E Ringo, si chiederà qualcuno?
Beh, Ringo suonava, e bene, la batteria.
Type: Article
URI: http://hdl.handle.net/10077/13012
ISSN: 2035-584x
Appears in Collections:16 Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica. A. VIII (2016), n. 1 (gennaio-giugno)

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Ambrosi_TIGOR_XV.pdf138.15 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s) 50

794
checked on Jul 5, 2022

Download(s) 50

803
checked on Jul 5, 2022

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons