Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/13015
Title: Fenomenologia della paternità. Un’emozione sempre crescente non tutelata
Authors: Delfino, Santo
Keywords: GenitorialitàEquitàDiversità
Issue Date: 2016
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Santo Delfino, "Fenomenologia della paternità. Un’emozione sempre crescente non tutelata", in: "Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica - A. VIII (2016) n. 1", pp. 66-82
Series/Report no.: Tigor: rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica
A. VIII (2016) n. 1
Abstract: 
Il testo affronta alcune problematiche molto attuali,
quelle nascenti dall'inascoltata necessità dei padri di
avere un ruolo pregnante all'interno del nucleo familiare,
ove ancora esistente, o nei confronti dei soli figli, allorquando
il nucleo familiare si è già dissolto. Si riflette
sulla necessità di un equilibrio genitoriale nei rapporti
con i figli, dato dalla compartecipazione di entrambi i
genitori, madre e padre simultaneamente, ove possibile,
o disgiuntamente, e ciò sin dal concepimento del figlio
stesso, nella laica ferma convinzione che, l'offerta poliedrica
data da diverse realtà, quale quella maschile e
quella femminile, possa solo essere un beneficio per la
nuova entità -figlio - che si andrà a determinare.
Si è proceduto alla disamina dei diritti del padre dal concepimento,
dei diritti, spesso inattuati, di questo in fase di
scioglimento del vincolo coniugale in presenza di figli, alla luce dell'istituto civilistico dell'affido condiviso, per giungere
a considerare che il diritto di ciascuno di amare la persona
amata, nella fattispecie il diritto degli omosessuali ad
unirsi civilmente, trova uno sbarramento etico innanzi al
diritto del fanciullo di avere due genitori di sesso diverso
che gli garantiscano pluralità di prospettive. S'insiste oggi
ad eseguire una serie di riforme, affinchè si possa avere uno
Stato moderno, ma la modernità può non essere soggetta
alle regole della legge naturale? Se è bene disciplinare tutti i
fenomeni giuridici del vivere sociale, anche quelli più complessi,
è altrettanto bene che si mantenga uno Stato non
moderno ma di diritto, soggetto alla legge naturale.
Type: Article
URI: http://hdl.handle.net/10077/13015
ISSN: 2035-584x
Appears in Collections:16 Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica. A. VIII (2016), n. 1 (gennaio-giugno)

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Delfino_TIGOR_XV.pdf117.65 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s) 50

490
checked on Jul 4, 2022

Download(s) 50

545
checked on Jul 4, 2022

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons