Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/13086
Title: Le migrazioni forzate nell’Europa sovietica
Authors: Ferrara, Antonio
Issue Date: 2-Nov-2016
Series/Report no.: Storia in città 2016. Fare spazio. migranti, esuli e rifugiati di ieri e di oggi
Abstract: 
Tra il 1930 e il 1953, milioni di europei furono deportati, espulsi o altrimenti costretti ad emigrare da regioni sotto il controllo dell’Unione Sovietica, in molti casi in direzione della Siberia e dell’Asia centrale. Particolarmente colpite, in termini relativi, furono le regioni annesse all’URSS nel 1939, dove alle repressioni sovietiche si aggiunsero gli effetti delle politiche di deportazione e sterminio attuate non solo dai nazisti, ma anche da movimenti nazionalisti locali, come accadde in Ucraina e nei paesi baltici.
Type: Other
URI: http://hdl.handle.net/10077/13086
Appears in Collections:Storia in città 2016. Fare spazio. migranti, esuli e rifugiati di ieri e di oggi

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Presentazione lezione.pdfpresentazione lezione1.84 MBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Ferrara_4.mp4video intervista Ferrara313.1 MBMP4View/Open
Ferrara4_1.mp4video intervista Ferrara136.21 MBMP4View/Open
Ferrara4_2.mp4video intervista Ferrara175.6 MBMP4View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s) 50

422
Last Week
0
Last month
2
checked on Jan 19, 2022

Download(s) 50

332
Last Week
0
Last month
0
checked on Jan 19, 2022

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.