Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10077/13126
Titolo: Modello lucreziano e superstitio nell’epistolario sidoniano
Autore/i: Squillante, Marisa
Data: 2016
Editore: EUT Edizioni Università di Trieste
Citazione: Marisa Squillante, "Modello lucreziano e superstitio nell’epistolario sidoniano", in: Lucio Cristante e Vanni Veronesi (a cura di), "Forme di accesso al sapere in età tardoantica e altomedievale", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2016, pp. 179-187
Numero nella collana: Polymnia. Studi di Filologia Classica
19
Abstract: 
L'accezione fortemente negativa che connota l'ambiguo termine superstitio adoperato
da Sidonio Apollinare (epist. 8, 6) per disegnare il rito che i Sassoni compiono allorquando
devono salpare non è riconducibile solo alla situazione storico-culturale in cui
si muove il nostro, ma è la testimonianza di un riuso lucreziano rielaborato in maniera
originale in una dimensione cristiana.

The ambiguous term superstitio, with which Sidonius Apollinaris describes in letter 8,6
the ritual performed by the Saxons before raising anchor, has a strongly negative meaning: this is not only ascribable to the historical and cultural context in which the author lives, but
it also represents an original re-elaboration in a Christian dimension of Lucretius’ words.
Tipologia: Book Chapter
URI: http://hdl.handle.net/10077/13126
ISBN: 978-88-8303-768-9
eISBN: 978-88-8303-769-6
È visualizzato nelle collezioni:19. Forme di accesso al sapere in età tardoantica e altomedievale

File in questo documento:
File Descrizione DimensioniFormato
SQUILLANTE_Forme_di_accessoPolymnia.pdf615.64 kBAdobe PDFMiniatura
Visualizza/apri
Visualizza tutti i metadati del documento


CORE Recommender

Page view(s)

253
checked on 11-dic-2019

Download(s)

164
checked on 11-dic-2019

Google ScholarTM

Check

Altmetric


Questo documento è distribuito in accordo con Licenza Creative Commons Creative Commons