Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/13816
Title: A proposito di (auto)valutazione in glottodidattica
Authors: Giordano, Roberta
Keywords: DidatticaTeaching MethodsGlottodidatticaLanguage Teaching MethodsLingua StranieraForeign LanguageSpagnoloSpanishAutovalutazioneSelf-evaluationErroreErrorPratica RiflessivaReflective Practice
Issue Date: 2016
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Roberta Giordano, "A proposito di (auto)valutazione in glottodidattica", in: QuaderniCIRD, 13 (2016), pp. 26-38
Series/Report no.: QuaderniCIRD
13 (2016)
Abstract: Drawing on error analysis, this paper investigates the idea that every process of student or teacher (self)evaluation can be considered a useful formative experience. The (self)evaluation approach shown in this paper has been applied to a course of E/LE for Italian university students. Students, who identify and correct their classmates’ mistakes, are thus encouraged to reflect more carefully on their own ones. This activity constitutes a valuable tool to gather information on the learning process: today in fact many tools, such as the Portfolio, are available to evaluate teaching quality and student achievement. According to self-assessment and reflective practices, the teacher can thus reflect on his own classroom activities in order to reconsider her/his professional skills and develop new teaching strategies.
Partendo dalla logica che sostiene l’analisi degli errori, questo contributo rappresenta una proposta di riflessione intorno all’idea che ogni processo di (auto)valutazione, sia che si tratti di studenti sia che si tratti di docenti, costituisca un’utile sfida formativa, applicata in questo caso alla didattica delle lingue straniere (E/LE) . Dall’individuazione e correzione degli errori altrui, infatti, fino ad arrivare alla riflessione rispetto ai propri, entrambe le operazioni si configurano come una valida opportunità per il recupero di informazioni cruciali sull’intero circuito di apprendimento. Attualmente, inoltre, sono molti gli strumenti operativi utilizzabili nella direzione del controllo e dell'(auto)gestione sia dell’attività docente sia di quella discente, come ad esempio il Portfolio, che consente una presa di coscienza efficace rispetto al percorso realizzato. La pratica-riflessiva, cioè la riflessione compiuta dal docente, come qualunque altro professionista, intorno alla propria attività, risulterebbe quindi un corollario naturale dell’(auto)valutazione eseguita dallo studente, non solo per mettere a punto nuove strategie e scenari formativi, ma soprattutto per dare pieno compimento alla stessa valutazione.
URI: http://hdl.handle.net/10077/13816
ISSN: 2039-8646
DOI: 10.13137/2039-8646/13816
Appears in Collections:QuaderniCIRD 13 (2016)

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
08_Giordano_DOI.pdf133.21 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

122
checked on Feb 21, 2018

Download(s)

169
checked on Feb 21, 2018

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons