Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/14012
Title: Autoselezione nei contratti di lavoro in presenza di informazione crescente. Una nota
Authors: Chillemi, Ottorino
Gui, Benedetto
Keywords: Labor contractscorrelated signaldynamic selectioncontratti di lavorosegnale correlatoselezione dinamica
Issue Date: 2016
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Ottorino Chillemi, Benedetto Gui, "Autoselezione nei contratti di lavoro in presenza di informazione crescente. Una nota", in: Saveria Capellari (a cura di), "Mercato del lavoro, disoccupazione e riforme strutturali in Italia", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2016, pp.75-85.
Abstract: 
In this paper we reexamine the simple model of selection under asymmetric information, and consider a situation in which – after the contract has been signed, while it is still in force – both parties observe a piece of information correlated with private information (we call it “correlated signal”). We present an application to the labor market, in which the probability of being assigned to a high productivity job is a function of the correlated signal, and the worker makes an upfront transfer before the signal arrives – a case that is not treated in the literature. The optimum strategy of the employer is to offer a menu of contracts such that the probability of having the high productivity job is a non-monotone function of the worker’s quality. Such strategy shrinks the worker’s information rent. Our results are confronted with the literature à la Crémer-Mc Lean.

In questo saggio rivisitiamo il semplice modello di selezione in asimmetria informativa, prendendo in considerazione il caso in cui dopo la firma del contratto e durante la vigenza dello stesso entrambe le parti contrattuali osservano dati correlati all’informazione privata, dati che chiameremo segnale correlato. Nell’applicazione al mercato del lavoro che presentiamo, consideriamo contratti nei quali la probabilità di svolgere un lavoro ad alta produttività è contingente al valore del segnale correlato, mentre i pagamenti sono upfront, ossia precedenti alla realizzazione del segnale e quindi indipendenti dal suo valore – un caso che non è trattato in letteratura. La strategia ottima dell’impresa, la parte non informata, è di offrire al lavoratore un menu di contratti nei quali la probabilità di ottenere il lavoro ad alta produttività è una funzione non monotona della qualità del lavoratore. Questa interessante caratteristica consente all’impresa di abbattere la rendita informativa da concedere al lavoratore per ottenerne l’autoidentificazione. Lo schema analizzato viene confrontato con la letteratura à la Crémer-McLean.
Type: Book Chapter
URI: http://hdl.handle.net/10077/14012
ISBN: 978-88-8303-775-7
eISBN: 978-88-8303-776-4
Appears in Collections:Mercato del lavoro, disoccupazione e riforme strutturali in Italia

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Chillemi_Gui_Mercato_lavoro_online.pdf537.91 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

255
checked on Feb 5, 2023

Download(s)

245
checked on Feb 5, 2023

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons