Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/19594
Title: Il complesso episcopale teodoriano. Una rilettura delle testimonianze archeologiche
Authors: Villa, Luca
Keywords: AquileiaComplesso vescovile paleocristianoTeodoroBattisteroAule teodorianeEarly Christian Episcopia complexTeodorusBaptisteryTeodorus'churches
Issue Date: 2012
Publisher: Associazione Nazionale per Aquileia
Source: Luca Villa, ''Il complesso episcopale teodoriano. Una rilettura delle testimonianze archeologiche'', in: ''Aquileia Nostra'', 83/84 (2012/13), pp. 119-154
Abstract: The early Christian Episcopal complex of Aquileia, built in the age of Constantine, is the best preserved in the West. The review of the data of the excavations and new observations on the structures stili visible allow a new proposal of original plant. The existing buildings have profoundly inftuenced the architectural form of the episcopal complex, in particular with regard to the main halls of worship. News emerge especially for the organization of the internal spaces between the main churches. Some evidence allow usto describe the system of entrance to the complex, with a corridor overlooked, north and south, the construction. Despite little evidence available, is proposed a new hypothesis planimetrie of these environments and those close to them that allow the passage of the main churches. A new classification can also be formulated for the baptismal buildings: a quadrangular baptistery, with a circular pool, around which you have other spaces including a heated environment in front the entrance.
Il complesso episcopale teodoriano di Aquileia è il nucleo vescovile di età costantiniana meglio conservato in Occidente. Il riesame dei dati dei vecchi scavi e nuove osservazioni sulle strutture tuttora visibili consentono una nuova proposta sull'assetto originario dell'impianto. Si evince una vicenda costruttiva dell'area assai articolata prima dell'innalzamento del nucleo vescovile: ad edifici residenziali della prima età imperiale si sovrappongono altre costruzioni relative ad impianti di tipo utilitaristico. Le preesistenze hanno profondamente condizionato la forma architettonica del nucleo vescovile, in particolare per quel che riguarda le principali aule di culto. Novità emergono soprattutto per l'organizzazione degli spazi interni tra le aule principali. Emerge il sistema d'ingresso al complesso con un corridoio su cui si affacciano, a nord e sud, delle costruzioni. Nonostante le poche evidenze disponibile viene proposto una nuova ipotesi planimetrica di questi ambienti e di quelli vicini che consentono il passaggio alle aule di culto . Un novo inquadramento viene formulato anche per il nucleo battesimale composto dal battistero a pianta quadrangolare, con una vasca circolare, attorno al quale si dispongono altri spazi tra cui un ambiente riscaldato dinnanzi all'ingresso.
URI: http://hdl.handle.net/10077/19594
Appears in Collections:Aquileia Nostra 83/84 (2012/2013)

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
83_84_08.pdf40.22 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

15
checked on Feb 23, 2018

Download(s)

9
checked on Feb 23, 2018

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.