Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10077/19872
Titolo: La Cisalpina, Aquileia e l'idea augustea dell'Italia
Autore/i: Marcone, Arnaldo
Parole chiave: Tota ItaliaRes GestaeVirgiliounificazioneItaliaVergilUnificationItaly
Data: 2015
Editore: EUT Edizioni Università di Trieste
Citazione: Arnaldo Marcone, “La Cisalpina, Aquileia e l'idea augustea dell'Italia” in: “Antichità Altoadriatiche LXXXI (2015). Il Bimillenario Augusteo”, EUT Edizioni Università di Trieste, Trieste, 2015, pp. 19-29
Journal: Antichità Altoadriatiche 
Part of: Antichità Altoadriatiche LXXXI (2015). Il Bimillenario Augusteo.
Abstract: 
La pretesa di Augusto di avere un sostegno universale alla vigilia dello scontro decisivo con Antonio poggia sul giuramento prestatogli da tota Italia nel 32 a.C. Il giuramento era personale ed extracostituzionale e non conferiva alcun poter legale ad Ottaviano. L'appello all'Italia aveva precedenti ma non tutti questi hanno lo stesso peso: molti di loro si riferiscono a una combinazione di Italici e Romani o di Latini e di socii o di Italici definiti così in quanto non cittadini romani. L'esercito della prima e media età repubblicana non valeva come fattore di integrazione: gli alleati combattevano in contingenti separati probabilmente selezionati in base ai gruppi etnici di appartenenza. In termini generali l'Italia aveva presentato a lungo una fisionomia duplice che vedeva da una parte le comunità che facevano parte dello Stato romano e, dall'altra, gli alleati indipendenti. È notevole che Virgilio fosse preoccupato con il problema dell'unità italiana e, nello stesso tempo, delle relazioni tra Roma e l'Italia.

The claim that Augustus had uni versai consent rested on the oath made by tota Italia to fight Antony in 32 BC. The oath was personal and extra-constitutional, and did not confer any legai power to Octavian. The invocation of ltaly has precedents but not all the parallels are strictly analogous: most of them refer to a combination of ltalians and Romans or Latins and allies, or to Italians defined as those who were not citizens of Rome. The early and mid-Republican army hardly functioned as a 'melting pot' for rural and urban Roman citizens. The allies fought in separate contingents, possibly drawn up according to ethnicity: armed service did not have any significant integrative effects on them. On broad definition Italy had long presented a double aspect- on the one side the communities belonging to the Roman Commonwealth on the other the autonomous allies. It is remarkable that Vergil was preoccupied with the problem of Italian unity on the one hand, and with relations between Rome and ltaly on the other.
Tipologia: Articolo
URI: http://hdl.handle.net/10077/19872
È visualizzato nelle collezioni:81 - Antichità Altoadriatiche LXXXI (2015)

File in questo documento:
File Descrizione DimensioniFormato Existing users please Login
01-marcone_19-29.pdf690.28 kBAdobe PDF    Request a copy
Visualizza tutti i metadati del documento


CORE Recommender

Page view(s)

50
checked on 24-ott-2020

Download(s) 50

2
checked on 24-ott-2020

Google ScholarTM

Check


Tutti i documenti archiviati in DSpace sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.