Die Klage des Ideellen (Il lamento dell’ideale). Beethoven e la filosofia hegeliana : [18] Collection home page

Browse
Collection's Items (Sorted by Submit Date in Descending order): 1 to 18 of 18
Issue DateTitleAuthor(s)
2018Note sugli autori
2018Appendici
2018L’eco risonante. Fenomenologia del tempo nella filosofia di Hegel e nel processo compositivo beethovenianoMichielon, Letizia
2018La lezione metodologica hegeliana e il “dramma” tonale del sonatismo classicoCalabrò, Santi
2018L’impronta della filosofia hegeliana sulla teoria della forma musicale del XIX secoloBorio, Gianmario
2018Lo statuto del “sensibile” in Hegel e l'eccezione beethovenianaZurletti, Sara
2018Hegel e Beethoven? Note su un fraintendimentoBertinetto, Alessandro
2018Musica e 'humanitas'. Hegel e il Beethoven di AdornoMartinelli, Riccardo
2018The 'Weltgeist' Plays it. Notes on Hegel’s Dialectical Thinking and Beethoven’s Compositional StyleOphälders, Markus
2018Lamento, suono, musica: Hegel vs. Beethoven?Cantillo, Clementina
2018La dissoluzione come compimentoGuanti, Giovanni
2018Beethoven tra Kant e HegelFubini, Enrico
2018IntroduzioneMichielon, Letizia
2018Die Klage des Ideellen (Il lamento dell’ideale). Beethoven e la filosofia hegelianaMichielon, Letizia
1816Sonata per pianoforte n. 28 in la maggiore, op. 101van Beethoven, Ludwig
1810Sonata per pianoforte n. 26 in mi bemolle maggiore, op. 81a (“Gli addii”)van Beethoven, Ludwig
1798Sonata per pianoforte n. 9 in mi maggiore, op. 14 n. 1van Beethoven, Ludwig
1796"Ah, Perfido!" scena ed aria per soprano ed orchestra, op. 65van Beethoven, Ludwig
Collection's Items (Sorted by Submit Date in Descending order): 1 to 18 of 18
Subscribe to this collection to receive daily e-mail notification of new additions RSS Feed RSS Feed RSS Feed

Un mistero avvolge il mancato incontro umano e intellettuale tra Beethoven ed Hegel, personalità che sintetizzano compiutamente un intero Zeitgeist. Li accomuna la riflessione sul suono, definito nell’Enciclopedia «il lamento dell’ideale», e la fiducia in un percorso in grado di restituire l’eco di quella formazione alla felicità e alla libertà in cui consiste il cuore stesso della Bildung. Ritornando alle fonti del pensiero hegeliano, ai cui principi si ispira la morfologia musicale, il volume contribuisce a portare in luce la complessità dell’orizzonte culturale beethoveniano e la tensione alla verità racchiusa nel suo linguaggio compositivo ove, grazie alla sospensione del sensibile nella trascendenza verso la forma, splende come una stella la rappresentazione della speranza.

Letizia Michielon, ha pubblicato Il gioco delle facoltà in F. Schiller (2000), L’archetipo e le sue metamorfosi. La Bildung nei romanzi di Goethe (2005), La chiave invisibile. Spazio e tempo nella musica del XX e XXI secolo (2012). Pianista e compositrice, sta incidendo l’integrale beethoveniana e chopiniana per Limen Music. Insegna Pianoforte e Filosofia della Musica al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste.