Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/21198
Title: La narrativa e la specie, ecotopie letterarie
Authors: de Flego, Giovanni
Berti, Jacopo
Keywords: Letteratura italianaFantascienzaEcocritica
Issue Date: 12-Dec-2017
Publisher: Università degli Studi di Trieste; Stazione Rogers
Related Event: Rogers Preview 2017 
Abstract: In un’epoca che molti ormai non esitano a definire “Antropocene” – periodo geologico caratterizzato dalla pervasiva capacità della specie umana di modificare il suo ambiente e il suo territorio su scala sempre più ampia – la narrativa sembra ritornare alla sua funzione originaria. Sorto dalla facoltà del linguaggio e dalla propensione al gioco, fondato su basi biologiche e raffinato dall’evoluzione culturale, l’istinto di narrare è una caratteristica vantaggiosa per la specie e contribuisce alla sua sopravvivenza. Se intorno alle narrazioni, veicolo di senso, si sono aggregate le comunità umane per far fronte alle asprezze della natura addomesticandola in un progetto comune, ora sono gli equilibri naturali a dover far fronte alle intemperanze dell’Homo sapiens. Di fronte al “rischio esistenziale”, deve la narrativa rinunciare alle proprie prerogative storiche e fare sua la prospettiva ecologica, assumendosi il compito di scongiurare la catastrofe?
URI: http://hdl.handle.net/10077/21198
Appears in Collections:Rogers Preview 2017

Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

8
checked on Oct 17, 2018

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.