Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/21201
Title: Trieste, gli ebrei, la psicanalisi. un viaggio tra '800 e '900
Authors: Catalan, Tullia
Keywords: PsicanilisiEbraismo
Issue Date: 18-May-2018
Publisher: Università degli Studi di Trieste
Related Event: Rose Libri Musica Vino 2018 
Abstract: 
Il mondo ebraico triestino dimostrò da subito un grande interesse per la psicoanalisi, creando un filo costante di comunicazione con Vienna attraverso Edoardo Weiss, che prestò per anni la sua opera di medico presso l'Ospedale psichiatrico di Trieste, fondato nel 1908. Il metodo psicoanalitico affascinò all'epoca molti intellettuali ebrei, che nei loro scritti lasciarono testimonianze preziose delle loro esperienze psicoanalitiche: basti ricordare qui Italo Svevo (Ettore Schmitz), ma anche Giorgio Voghera. In questo modo nel corso del Novecento l'ospedale di San Giovanni divenne un luogo noto e familiare anche per gli ebrei triestini, fra i quali vi fu anche Evelina Rawicz-Ravis, primaria all'ospedale psichiatrico (era una pioniera della neuropsichiatria infantile) fino al 1938, quando fu allontanata dalle leggi razziali fasciste. Durante il periodo dell'occupazione nazista inoltre, molti ebrei trovarono rifugio presso l'ospedale psichiatrico di San Giovanni, ma non riuscirono a sfuggire alla deportazione.
URI: http://hdl.handle.net/10077/21201
Appears in Collections:Rose Libri Musica Vino 2018

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Trieste_gli ebrei_la psicanilisi.mp4225.3 MBMP4View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

167
Last Week
0
Last month
7
checked on Jul 2, 2019

Download(s)

67
checked on Jul 2, 2019

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.