Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/21319
Title: La cartografia storica come dispositivo progettuale per la riqualificazione e il ripristino ambientale della morfologia delle aree perifluviali
Other Titles: Historical cartography as a tool to restore and improve environment near river areas
Authors: Dai Prà, Elena
Allegri, Davide
Keywords: Cartografia storicaRiqualificazionePianificazioneSviluppo sostenibileFiumiHistorical CartographyUrban PlanningSustainable DevelopmentRivers Management
Issue Date: 2017
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Elena Dai Prà, Davide Allegri, "La cartografia storica come dispositivo progettuale per la riqualificazione e il ripristino ambientale della morfologia delle aree perifluviali / Historical cartography as a tool to restore and improve environment near river areas”, in: Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia, 160 (2017), pp. 90-103
Abstract: Le rettifiche ottocentesche realizzate negli Stati-Nazione europei hanno durevolmente modificato gli assetti territoriali dei principali sistemi fluviali attraverso onerose operazioni di normalizzazione delle morfologie e delle portate. Ciò ha determinato nel breve periodo indubbi vantaggi sanitari (bonifica delle aree insalubri) ed economici (ampliamento delle superfici coltivabili, salvaguardia dalle esondazioni, regolarizzazione dei flussi) mentre nel medio e lungo termine si sono evidenziati dei minimi svantaggi legati a precise scelte progettuali (Bevilacqua, Rossi, Doria, 1984). In taluni casi è emersa l’inadeguatezza degli interventi di rettifica (dimensioni del nuovo alveo, scomparsa delle isole fluviali) rispetto ai successivi processi di territorializzazione (Cavallo, 2011). La presente relazione intende illustrare nuove possibili proposte di “rinaturalizzazione” che potrebbero restituire nuove funzioni sociali ed economiche ai corsi d’acqua nell’ottica delle Smart Cities e del paradigma della sostenibilità globale. La cartografia storica riveste, a tal fine, un ruolo fondamentale come strumento per la ricostruzione puntuale dell’evoluzione storica dei quadri ambientali e come dispositivo progettuale al servizio della pianificazione urbanistica.
The nineteenth-century river regulations made in European State- Nations have permanently modified territorial frames of river systems by a series of operations on channel morphologies and flow. This has created a lot of benefits in the short term (reducing ponds and unproductive areas in valley floor for example), but also some disvantages in the long term. Some choices, as the size of new bed river and the disappearance of river islands were not adequate to the future use of land. This report intends to illustrate new possible proposals to “renaturalize” some rivers, in order to give new social and economic functions to them in the perspective of Smart Citeies and global sustainability.
URI: http://hdl.handle.net/10077/21319
ISSN: 0044-9733
eISSN: 2282-572X
DOI: 10.13137/2282-572X/21319
Rights: Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 Internazionale
Appears in Collections:Bollettino dell'Associazione Italiana di Cartografia 160

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
AIC_160_DaiPrà_Allegri.pdf5.52 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

1
checked on Oct 15, 2018

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons