Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/21516
Title: Trust and Power. Potere, fiducia, sistemi
Authors: Maceratini, Arianna
Keywords: FiduciaFamiliaritàConfidenzaRischioPotereForza fisicaSistemi socialiSistemi espertiDifferenziazione sistemicaComplessità socialeSistema giuridicoSistema politicoTrustFamiliarityConfidenceRiskPowerPhysical ForceSocial SystemsExpert SystemsSystemic DifferentiationSocial ComplexityLegal SystemPolitical System
Issue Date: 2018
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Arianna Maceratini, "Trust and Power. Potere, fiducia, sistemi", in "Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica - A. X (2018) n. 1", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2018, pp. 71-88
Journal: Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica 
Part of: Tigor: rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica - A. X (2018) n. 1
Abstract: 
La recente riedizione di Trust and Power - l’opera di
Luhmann che propone, in lingua inglese, due lavori del
sociologo tedesco sulla fiducia e sul potere nella società
complessa – testimonia il vivo interesse, nella conoscenza
sociologica, per temi come quelli della comunicazione,
della complessità sociale e delle sue semplificazioni
sistemiche. Luhmann definisce la fiducia come un investimento
a rischio, funzionale a connettere la limitata
conoscenza e la parziale ignoranza delle riduzioni di
complessità ambientale effettuate dai contesti comunicativi
di cui è formata la società complessa, estrapolando
elementi informativi dall’evidenza disponibile. Il nesso
che lega la fiducia al rischio consente di distinguere la
prima dalle situazioni di interazione sociale elementare
nelle quali entra in gioco la familiarità. Al progredire
delle forme di differenziazione funzionale, la fiducia acquisisce
la tipica connotazione riflessiva dei sistemi funzionalmente
differenziati per svilupparsi nella fiducia
nei sistemi esperti. Il potere costituisce un medium di
comunicazione simbolicamente generalizzato, strumento
ausiliario al linguaggio e motivazionale nel facilitare
l’accettazione di riduzioni della complessità ambientale
effettuate da altri. La stabilizzazione del potere attraverso
le forme giuridiche è una delle condizioni di possibilità
della specificazione del codice binario in termini universalistici
e dell’instaurarsi dei meccanismi riflessivi, per
mezzo dei quali viene aumentata la tecnicizzazione del
potere, ottenendone ripercussioni nella configurazione
del sistema politico. Mediante il potere si delinea, allora,
la relazione tra diritto e politica nella società complessa. È
da rilevare come in Luhmann non venga sollevata alcuna
domanda né sulla legittimità dei contesti comunicativi
qui esaminati né su una loro eventuale predominanza,
argomenti che renderebbero i sistemi sociali condizionati
ed esposti ad influenze ambientali, sottoponendoli a livelli
di complessità esterna di ardua gestione.

The recent re-edition of Trust and Power - the work
of Luhmann that offers, in English, two works by
the German sociologist on trust and power in the
complex society - testifies the lively interest, in
sociological knowledge, for topics such as communication,
of social complexity and its systemic
simplifications. Luhmann defines trust as an investment
at risk, functional to connect the limited
knowledge and partial ignorance of the reduction
of environmental complexity carried out by the
communicative contexts of which, according to systemic
theory, the complex society is formed, extrapolating
information elements from the available
evidence. The link that binds trust to risk makes it
possible to distinguish the former from situations
of elementary social interaction in which, mainly,
familiarity comes into play. As functional forms of
differentiation progress, trust acquires the typical
reflexive connotation of functionally differentiated
systems to develop in trust in expert systems. Power
constitutes a symbolically generalized medium of
communication, an instrument that is auxiliary to
language and motivational in facilitating the acceptance
of reductions in environmental complexity
carried out by others. The stabilization of power
through juridical forms is one of the conditions of
possibility of the specification of the binary code
in universalistic terms and of the establishment of
the reflexive mechanisms of functionally differentiated
social systems, through which the technicalization
of power is increased, obtaining reflections in
the configuration of the political system. By means
of power, then, that relationship between law and
politics, in complex society, is outlined. It should
be noted that in Luhmann no question is raised
on the legitimacy of the communicative contexts examined here or on their possible dominance,
topics that would make the social systems conditioned
and exposed to environmental influences,
subjecting them to levels of external complexity of
difficult management.
Type: Article
URI: http://hdl.handle.net/10077/21516
ISSN: 2035-584x
Rights: Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 Internazionale
Appears in Collections:20 Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica. A. X (2018), n. 1 (gennaio-giugno)

Files in This Item:
File Description SizeFormat
06_tigor_1_2018_Maceratini.pdf144.06 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

97
checked on Aug 3, 2019

Download(s)

108
checked on Aug 3, 2019

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons