Le psicosi mancanti. Analisi fenomenologica delle psicosi subapofaniche e studio di casi : [1] Collection home page

Scarica il FullText

Browse
Collection's Items (Sorted by Submit Date in Descending order): 1 to 1 of 1
Issue DateTitleAuthor(s)
2018Le psicosi mancanti. Analisi fenomenologica delle psicosi subapofaniche e studio di casiD’Offizi , Stefano; Saullo, Alessandro; Pascolo-Fabrici, Elisabetta
Collection's Items (Sorted by Submit Date in Descending order): 1 to 1 of 1
Subscribe to this collection to receive daily e-mail notification of new additions RSS Feed RSS Feed RSS Feed

Nella pratica della salute mentale è possibile incontrare persone i cui percorsi di vita non sembrano adattarsi agli elenchi di segni e sintomi della manualistica diagnostica contemporanea. Questo testo nasce dal bisogno di dare dignità agli incontri con quelle forme di sofferenza definite da Blankenburg psicosi subapofaniche, troppo spesso lasciate ai margini nelle trattazioni teoriche. Tali percorsi di vita, silenti, si caratterizzano per un difetto della costituzione dell’Io trascendentale, ma ciononostante non sembrano mai oltrepassare il vallo psicotico. L’approccio fenomenologico rende però possibile il riconoscimento del defekt, il nucleo profondo, l’autismo, che caratterizza questi possibili modi di essere. Poveri dal punto di vista clinico e sintomatologico, si distinguono infatti per la profonda alterazione della struttura esistenziale e quindi per la grande sofferenza vissuta, e necessitano di un corretto riconoscimento e di un’adeguata presa in carico da parte dei Servizi Territoriali. Il testo non solo mette in evidenza la carenza degli attuali manuali diagnostici e delle moderne pratiche cliniche nel riconoscere e individuare tali forme di sofferenza, ma sottolinea anche la necessità di sviluppare un approccio clinico volto alla comprensione dei singoli fenomeni più che al semplice rilevamento di sintomi. Al tempo stesso, attraverso una consistente bibliografia, costruisce una guida che comprende i più importanti testi dei maestri della fenomenologia classica, permettendo così al lettore di approcciarsi al modello fenomenologico e di costruirsi un bagaglio psicopatologico teorico e clinico volto all’analisi delle psicosi.


Stefano D’Offizi, psichiatra, lavora presso il Centro di Salute Mentale di Latisana (Udine) ed è Specializzato in Psichiatria presso l’Università degli Studi di Trieste.

Alessandro Saullo, psichiatra, lavora nei servizi territoriali. Collabora con la Conferenza Basaglia per la Salute Mentale nel Mondo. Negli ultimi anni si è occupato in particolare di identità di genere e di organizzazione dei servizi di salute mentale.

Elisabetta Pascolo-Fabrici, psichiatra, è Direttore della Clinica Psichiatrica afferente al Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e della Salute dell’Università degli Studi di Trieste.