Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/22631
Title: Linguaggio di genere, principio antisubordinazione e traduzioni giuridiche: annotazioni giuscomparate
Authors: Baldin, Serena
Keywords: EguaglianzaLinguaggio e generePrincipio antisubordinazioneTraduzioni giuridicheEqualityLanguage and genderAnti-subordination principleLegal translations
Issue Date: 2018
Publisher: EUT Edizioni Università di Trieste
Source: Serena Baldin, "Linguaggio di genere, principio antisubordinazione e traduzioni giuridiche: annotazioni giuscomparate", in: "Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica - A. X (2018) n. 2", Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, 2018, pp. 16-28
Journal: Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica 
Abstract: Il presente articolo affronta il tema del linguaggio non discriminatorio individuando nel principio di eguaglianza nella sua versione antisubordinazione la fonte che legittima le regole relative all’uso di un linguaggio non sessista. Dopo una premessa introduttiva volta a segnalare l’androcentrismo insito nelle espressioni lessicali, si sottolineano i caratteri del costituzionalismo occidentale, teso alla crescente estensione di garanzie alle donne fino all’elaborazione del concetto di gender mainstreaming (§ 2), e si illustrano i significati del principio di eguaglianza nella prospettiva antisubordinazione (§ 3). Indi, nel § 4, il contributo si sofferma sulle problematiche delle traduzioni giuridiche, evidenziando come trasposizioni imprecise possano stravolgere un impianto costituzionale gender sensitive, che assegna chiaro rilievo al genere femminile.
This article focuses on the topic of non-discriminatory language. Its source of legitimacy is identified in the principle of equality, in its anti-subordination perspective. Section 1 underlines the linkages between linguistic and law and the widespread androcentrism in language, while section 2 is devoted to some features of Western constitutionalism, aimed at the extension of guarantees in favor of women, up to the elaboration of the concept of gender mainstreaming. Section 3 highlights the significance of the principle of equality explaining the anti-subordination approach. Section 4 is devoted to the problems of legal translations, underlying how incorrect transpositions can overturn a gender sensitive constitutional configuration.
URI: http://hdl.handle.net/10077/22631
ISSN: 2035-584x
Rights: Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 Internazionale
Appears in Collections:21 Tigor. Rivista di scienze della comunicazione e di argomentazione giuridica. A. X (2018), n. 2 (luglio-dicembre)

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Baldin_tigor_2_2018_online.pdf103.79 kBAdobe PDFThumbnail
View/Open
Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

38
checked on May 25, 2019

Download(s)

20
checked on May 25, 2019

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons