Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/22823
Title: Chi sono io quando le mie facoltà mentali si alterano? Le possibilità di recupero tra plasticità e modificabilità cognitiva
Authors: lunardelli, alberta 
Issue Date: 15-Mar-2018
Abstract: il cervello è dinamico, modificabile, plastico sia da un punto di vista strutturale che funzionale e dispone di un numero di neuroni superiori a quello di cui necessita che gli consente, fino ad un certo grado, di reagire al danno o alla perdita di cellule nervose. Questa resilienza del cervello rappresenta quindi un’opportunità da sfruttare al meglio, mediante la progettazione e realizzazione di interventi mirati, che “guidino” i naturali processi neuroplastici verso una ri-organizzazione efficace, in grado cioè di compensare l’attività dei circuiti neurali danneggiati. La sfida oggi è capire come nel processo di recupero dell’individuo, interagiscano tra loro la malattia (improvvisa o progressiva) e fattori individuali e ambientali.
Alberta Lunardelli, psicologa, psicoterapeuta, Ricercatrice MEMORI-net,Dirigente Psicologo, ambito Neuropsicologia Clinica S.C. di Medicina Riabilitativa, Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste (ex Azienda Ospedaliero-Universitaria “Ospedali Riuniti”). Dal 2015 collabora al progetto Memori-net, Programma Interreg Italia-Slovenia MEntal and Motor Rehabilitation of Ictus- Network. Dal 2007 al 2011 è’ stata neuropsicologa e psicologa in ambito Forense presso il tribunale di Udine per le Valutazioni neuropsicologiche di disturbi cognitivi e comportamentali a seguito di lesioni cerebrali in pazienti adulti.
URI: http://hdl.handle.net/10077/22823
Appears in Collections:Caffè delle Scienze e delle Lettere 2018

Show full item record


CORE Recommender

Page view(s)

15
Last Week
0
Last month
5
checked on May 22, 2019

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.