Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10077/22833
DC FieldValueLanguage
dc.contributor.authorDel Missier, Fabio-
dc.date.accessioned2019-02-25T12:48:56Z-
dc.date.available2019-02-25T12:48:56Z-
dc.date.issued2018-10-11-
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/10077/22833-
dc.description.abstractNel sistema informativo attuale sembra sia sempre più difficile distinguere notizie vere e notizie false. Sembra che la verità dei fatti assuma, in alcuni casi, minore importanza rispetto alla vividezza e alla semplicità delle narrazioni. Si tratta davvero di fenomeni nuovi? Quali meccanismi psicologici cognitivi ed emotivi sottendono questi fenomeni? Quali contromisure è possibile mettere in atto?it
dc.description.abstractFabio Del Missier è professore associato di psicologia generale presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell'Università di Trieste dove guida il laboratorio di ricerca sui processi cognitivi. Conduce ricerca di base e applicata sui processi di memoria e sui processi decisionali. Insegna psicologia della memoria e psicologia della decisione presso l'Università di Trieste.it
dc.language.isoitit
dc.titleFake news e post verità: Corriamo rischi distopici? Una prospettiva cognitivait
dc.typeOther-
item.openairetypeother-
item.openairecristypehttp://purl.org/coar/resource_type/c_1843-
item.grantfulltextnone-
item.fulltextNo Fulltext-
item.cerifentitytypeProducts-
item.languageiso639-1it-
Appears in Collections:Caffè delle Scienze e delle Lettere 2018
Show simple item record


CORE Recommender

Page view(s)

97
Last Week
1
Last month
2
checked on Dec 4, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.